Come una ragazza è diventata un Venditore Vincente™ partendo da Zero

L’articolo di oggi è scritto da una venditrice.

Silvia Andreani, è Venditore Vincente™ al 101%. Tutto quello che sa sulla vendita, gliel’ho insegnato personalmente attraverso i dettami del nostro sistema.

Dico questo non per prendermi meriti non miei riguardo ai suoi risultati, tutt’altro. Lo dico nel senso che Silvia non aveva mai avuto esperienze come venditrice prima di cominciare a lavorare con me.

Zero, nada, nulla, rien.

A dire il vero, non aveva mai avuto esperienze formative di alcun tipo, tranne la sua laurea in Psicologia.

Ergo, per diventare “performante”, non ha dovuto disinstallare tutti quei virus a base di “pensiero positivo” e “la risposta è dentro di te (ma è sbagliata)” con i quali è costretto a lottare chi si approccia al sistema Venditore Vincente™ provenendo da altre realtà.

Oggi è una venditrice di livello assoluto, una formatrice TOP ed una supermamma stra-impegnata.

In questo articolo Silvia riassume perfettamente le qualità necessarie per  diventare un venditore di successo, anche partendo da poca o nessuna esperienza.

Sono quelle qualità che differenziano sul serio chi riesce da chi fallisce e,mi dispiace dirtelo, ma se non le possiedi, sei fuori dai giochi.

Usa questo articolo per comprendere come puoi migliorarti sin da subito. Ora concentrati e leggi cosa ha da insegnarti Silvia al riguardo…
banner

Come ho imparato a fare la venditrice

(di Silvia Andreani)

Quali sono stati i passi più importanti e gli insegnamenti che mi sono realmente serviti per imparare a vendere?

Su tutti, ce n’è uno in particolare che tutt’ora permea tutte le competenze apprese negli anni: LA DISCIPLINA.

Frank mi ha insegnato che puoi essere la persona più ambiziosa che esista, ed avere un sistema di vendita eccellente, ma se tutto questo non è permeato da una forte disciplina avrai sempre risultati mediocri.

E questo, devo dire la verità, l’ho sperimentato sulla mia pelle. La disciplina comprende la capacità di darsi delle regole, di rispettarle, implica un grande spirito di sacrificio e lo sforzarsi di “abbracciare la fatica” fisica ed emotiva.

La disciplina, essendo fortemente associata all’educazione, è qualcosa che inizialmente è necessario che venga trasmessa dai responsabili ai venditori ,con lo scopo però che, nel breve periodo, essa diventi parte integrante del modo di essere della persona.

Un grosso passo in avanti un venditore dimostra di farlo quando diventa in grado di auto-disciplinarsi nel raggiungimento degli obiettivi.

Essere disciplinati non è per niente facile. Qui non c’entrano niente l’essere o il “sentirsi positivi” verso qualcosa, o la “motivazione” al raggiungimento degli obiettivi.

Basta seghe mentali e comincia a fare!

Nel panorama delle vendite italiano ho notato che molti venditori hanno imparato tale concetto al contrario di come in realtà dovrebbe essere per funzionare al meglio: sono convinti che il tutto parta dalle idee, che spingono a fare, che infine porta all’avere.

Niente di più sbagliato!! La disciplina mi ha insegnato che devi darti delle regole immediatamente su ciò che devi fare, sull’agire, sulle azioni prioritarie nel tuo lavoro. Devi iniziare facendo un po’, buttandoti con coraggio, perché solo così potrai costruire il coraggio per fare un po’ di più e di più ancora, fino a che qualcosa di buono è stato conseguito.

Non esiste nessun responsabile vendite o direttore commerciale che vi può far vedere come le cose devono essere fatte: per imparare nel modo più veloce ed efficace possibile, le dovete fare voi!!

Elimina ciò che ti piace fare di più

Volete davvero diventare dei venditori  vincenti? Bene, vi do un’altra notizia: nella vostra lista di cose da fare immediatamente, togliete tutto ciò che vi piace fare, che vi fa sentire a vostro agio, in cui vi sentite forti.

Riempite invece la lista di tutte quelle azioni lavorative che fate più fatica a fare, che tendete costantemente a procrastinare, che vi mettono a disagio ed in difficoltà emotivamente.

Per quale motivo? Semplice: l’unico modo che ognuno di noi ha per attivare un cambiamento è sentirsi a disagio in una situazione.

Sentirti bene non crea il cambiamento, sentirti a disagio invece sì

Mentre ti sforzi con fatica (emotiva) nel fare le cose che ti mettono in difficoltà, metti a posto la tua personalità, diventi più forte ed impari assimilando il metodo. Più sei capace di far fronte a queste tue aree di disagio, più ti metti in gioco e cresci velocemente.

Quindi è evidente che la parte più importante della disciplina è lo sforzo, la fatica che compio per metterla in atto. Questo sforzo emotivo all’interno delle azioni è quello che ti pagherà.

Le tue ricompense saranno in diretta proporzione al dazio emotivo impiegato nel lavorare. Come si misura il valore di un venditore? I suoi guadagni sono in diretta proporzione al suo valore, inteso sia come competenze sia come stato di forma.

Impara ad amare l’allenamento “a terra”

Per spiegare bene questo concetto utilizzo sempre l’esempio sportivo.

La disciplina è una componente che io vedo raffigurata molto bene nello sport, non per nulla chi pratica o ha praticato sport in passato comprende meglio questo meccanismo e riesce a farlo suo in più breve tempo.

Oggi sono una praticante di Crossfit (sì, quella disciplina che vedi nella foto in alto) e da ragazzina sono stata una pattinatrice.

Amo lo sport, e credo che mi abbia insegnato parecchie cosucce sia su me stessa che sulla disciplina. C’è una parte dell’allenamento in ogni sport che generalmente non piace fare agli atleti; è la parte in cui, senza gli attrezzi del mestiere (nel mio caso erano i pattini), si fa allenamento intensivo per aumentare il fiato, affinare la tecnica, potenziare i muscoli ecc…

Io odiavo l’allenamento “a terra”, era faticosissimo ed in sè per sè non mi dava soddisfazione. Nel tempo però ho capito a cosa serviva: costituiva la base del “mio stato di forma”.

Per spiegare il concetto, uso spesso una citazione del grande Muhammad Alì :

“Ho odiato ogni minuto di allenamento, ma mi dicevo: non rinunciare. Soffri ora e vivrai il resto della tua vita come un campione”

Bene, nella vendita è esattamente la stessa cosa: la trattativa rappresenta la gara finale ed il risultato che riesci a raggiungere dipende si, dalla tecnica, ma anche e soprattutto dal tuo stato di forma. Lo stato di forma viene costruito tutti i giorni attraverso il “lavoro duro”, cioè le azioni che ti mettono a disagio.

Più “fai palestra” su queste tue aree che ti mettono in difficoltà, più quando sarai in trattativa sarai “in forma” e quindi avrai dal canto tuo maggiore determinazione e sicurezza (muscoli e fiato quanto basta per vincere la partita!!). E’ un lavoro interiore e personale che si riflette poi su quello pratico.

Credo che sia fondamentale misurare i propri progressi lavorativi non solo sulla base di come ci si sente, ma anche sulla base di quello che si riesce a creare e modificare “fisicamente” nella realtà di tutti i giorni.

Fare è quindi l’imperativo con il quale partire.

Silvia Andreani è una venditrice di alto profilo specializzata in servizi alle imprese ed una Top Trainer certificata Venditore Vincente™.  Le sue comprovate capacità sul campo e la sua conoscenza raffinata del sistema di vendita la rendono un professionista straordinario nel panorama italiano. Potete entrare  personalmente in contatto con Silvia su Linkedin cliccando QUI o scrivendole su silvia@venditorevincente.com

 

banner

 

Scrivi qui i tuoi commenti

48 comment

    • silviandreani
  1. Valter
      • Valter
        • Marco
      • Valter
    • silviandreani
      • Valter
  2. Roberto MARONGIU
  3. fabio da Perugia
  4. Enrico
  5. patrizia
  6. Ivano
  7. silviandreani
    • silviandreani
  8. Elena
  9. lina