Imparare a vendere il gelato al pistacchio può far decollare i tuoi guadagni

Il gelato gusto vaniglia accontenta tutti. A molti piace e la maggior parte delle persone è disposta a mangiarlo. E’ standard, poco impegnativo e si abbina praticamente a tutto.

Molte meno persone, d’altro canto amano il gelato al pistacchio. E’ una scelta particolare e che distingue chi la predilige. Tralaltro, le persone a cui piace il pistacchio lo amano, anzi letteralmente lo a-d-o-r-a-n-o!

L’obiettivo del pistacchio non è di piacere a tutti. E’ di piacere ad un gruppo definito di persone, veramente t-a-n-t-o!

Sei un venditore di vaniglia o di pistacchio?

Non c’è nulla di male riguardo alla vaniglia, fino a quando non parliamo di vendita. Il gusto vaniglia infatti è una soluzione che va bene per le masse, ma probabilmente non va bene per te come prodotto, se vuoi emergere nella vendita.

Se vendi per un’azienda che possiede il maggior budget per il marketing nel suo mercato di riferimento, probabilmente vendere la vaniglia potrebbe essere una strategia saggia ed accettabile.

Il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di polarizzare la tua offerta il meno possibile, soprattutto se il tuo brand aziendale ha dedicato anni a costruire un senso di relazione e fiducia nelle persone.

Alcune aziende vaniglia, come Wal-Mart in USA, Coop in Italia giusto per citare due esempi di semplice comprensione, hanno un orientamento commerciale basato sulla familiarità e la presenza costante sui mezzi di comunicazione.

Se la tua azienda, il tuo negozio o la tua attività non possiede la potenza di marketing che può avere Wal-Mart né la capacità della catena di supermarket di abbassare i prezzi per distruggere la concorrenza, è ora che passi al pistacchio ed abbandoni la strategia vaniglia.

Per farsi conoscere come il miglior venditore di pistacchio ci vuole fegato

Il tuo obiettivo deve essere quello di scegliere una nicchia di mercato, con gusti particolari, diversi od unici e che adori letteralmente un particolare tipo di prodotto, e servirla al meglio.

Devi rifuggire sia la tentazione di allargare la tua gamma di prodotti,con l’idea sbagliata che “più cose faccio o vendo più probabilità ho di fare clienti”, che quella di vendere prodotti o servizi troppo comuni o che abbiano un appeal sulla “massa”.

Entrambe queste strategie ti porteranno a finire confuso tra le decine, centinaia se non migliaia di competitor sul mercato, e terminerai la tua carriera di venditore venendo letteralmente schiacciato dalla battaglia del prezzo.

Venditore Vincente è pistacchio purissimo al quale puoi ispirarti

Personalmente sono qualificato nel campo della formazione in una varietà di settori differenti, nei quali ho tenuto corsi, seminari e consulenze per anni e con successo. Spazio dalla motivazione, alla comunicazione persuasiva, alla selezione del personale,alla leadership, al management e potrei andare ancora avanti per un bel po’.

Ancora oggi un sacco di clienti mi richiedono questi servizi ma la mia risposta da anni è sempre la stessa :

“Io insegno a vendere ai professionisti o a chi vuole diventarlo. Punto.”

Questo mi consente non solo di fare la cosa che amo di più, ma di riflesso mi polarizza rispetto ad un mercato di formazione generica, posizionandomi come esclusivista, specializzato e quindi riferimento nel settore.

In un mercato della formazione dove tutti si sbranano per un cliente, io non ho competitors.

In un ambiente di formatori che disperdono il loro focus nelle discipline più disparate, io da anni mi focalizzo nel vendere ed insegnare a vendere.

Se vuoi imparare a vendere davvero, devi venire da me.

Aggiungo alla miscela la mia pratica sul campo, dopodiché metto in luce la mia personalità per dare la “guarnizione” al mio pistacchio et voilà!..il gioco è fatto.

La vaniglia è la zona di comfort dei venditori

Come è ovvio, molte aziende e molti venditori, vogliono posizionarsi laddove possano avere un’ illusione di sicurezza. Vendendo prodotti standard, facili da capire e che la massa possa usare.

Questa gente proverà sempre a vendere vaniglia, cioccolato e stracciatella, convinti di star facendo la scelta più saggia. In realtà stanno solo affondando nella loro zona di comfort, pronti per venir sbranati dalla concorrenza che con sempre maggior velocità farà letteralmente a pezzi il loro margine di guadagno e le loro quote di mercato.

Se tu decidi di essere un Venditore Vincente, di fornire esperienze speciali e che sollecitino una risposta immediata ed entusiasta da parte del mercato, sai già che scelta devi fare:

Vendi il pistacchio. Rifiutati di vendere la vaniglia, anche se te la chiedono!

Buone vendite e alla prossima!

Se fai parte di quelle persone che hanno dentro di loro il desiderio di differenziarsi dalla concorrenza e vuoi rimanere aggiornato in automatico sulle nostre news, sul lancio della community Venditore Vincente™ e sulle prossime date dei workshop, iscriviti alla newsletter compilando il modulo che trovi all’inizio di ogni articolo su questo blog. Riceverai in OMAGGIO anche i 6 video della serie Venditore Vincente™

PS: Lasciami i tuoi commenti nell’apposito spazio qui sotto, che sono curioso di leggere.

banner corso

Scrivi qui i tuoi commenti

75 comment

  1. Cristina
  2. paolo
      • UGOLINI
          • andrea
          • UGOLINI
  3. Filippo
  4. Saverio Vanacore
  5. Lauro Fabbri
  6. edoardo tirati
  7. emily
  8. Elio Varona
  9. Alessandro
  10. francesco
  11. Michele
  12. Romano
  13. Sonia
    • Frank Merenda
  14. Remo
    • Frank Merenda
  15. Giuseppe Barra
    • Frank Merenda
  16. Tyrol
  17. Giacomo
    • Frank Merenda
      • Marco Poretti
        • Frank Merenda
    • Frank Merenda
  18. Manuela
    • Frank Merenda
  19. mirko
  20. Francesco
    • Frank Merenda
  21. Fernando S
    • Frank Merenda
  22. Maurizio
  23. Francesca
    • Frank Merenda
    • Staff Venditore Vincente
  24. pirelli teodoro
    • Staff Venditore Vincente