Venditore Vincente è il più bel regalo di un titolare al suo venditore

Tiziano BenniciHo letto il post di Elisabetta. Cavolo. Mi ha emozionato.
Sono cinque anni che va di merda.
Rientro a fare il venditore…ma qualcosa non va…
(É un po lunga,ma capirete perché)

A gennaio cambio azienda. Inizio un nuovo percorso…mah…

Due mesi fa casualmente mi imbatto in uno, poi due e così via…nei blog di Frank.
Seguo con attenzione e passione.

Inizio a fare qualche domanda a giro, prendo qualche informazione, c’é ancora un po di scetticismo tuttavia inizio ad avere risultati applicando alcune semplici nozioni.

Compro Vendere fa Schifo. I risultati migliorano sempre piú.

Giugno sette contratti. In pratica quasi lo stesso numero dei cinque mesi precedenti.

Forse sto solo prendendo confidenza con il prodotto. ..forse riesco finalmente a trasmettere qualcosa di positivo.
Stavo semplicemente (straordinariamente)applicando qualche consiglio del libro e dei blog.

Leggo i post dei membri del gruppo vv…imparo qualcosa sempre da tutti.
Messaggio con Massimo Marucci poi con Roberto Spalti (menomale!!!)

Intanto la mia compagna mo vede sereno e sorridente, a lavoro si percepisce che il mio sistema , il mio approccio sta cambiando.
Finisco Vendere fa Schifo ed inizio Focus – il futuro della tua azienda dipende dalla focalizzazione –.

Do al mio titolare il libro di Frank. Ah…cavolo! Lo volevo comprare. Grazie. Conosce Merenda!?! Lo segue?

Luglio sta passando e i contratti fioccano, ascolto podcast, video, articoli, mail…studio la mattina presto e la sera, mi applico…vedo i risultati. Arriva il corso di ottobre. Legend.

Impossibile per me. Almeno per adesso. La gente chiede prestiti per farsi le ferie…e quanti schiaffi di cittadinanza! Io proprio non riesco. Parlo con i miei. Vedono i risultati, capiscono che ci tengo ma…

Ma intanto i contratti aumentano.

Inizio…e qui vivi quasi attimi di paura…ad affinare gli insegnamenti : uso la parola “integrare”, sto zitto, faccio parlare il cliente e do la famosa unica e sola soluzione riutilizzando gli aggettivi del cliente…

Luglio, il mese dove tutti dicono : “ne parliamo a settembre” – ancora piú contratti di giugno.
In due mesi il doppio del lavoro di cinque. Ora…se accade questo cosí, se faccio il corso?

Pranzo con il mio titolare. Trovo il coraggio e gli dico del corso. Sono disposto a ripagare tutto fino all’ultimo centesimo, andre dinuovo dai miei, me ne frego, ma devo fare a modo di esserci, sento che qualcosa di grande può accadere.
Tutti parlano di ferie, io ho la testa allo studio e al corso.

Mia mamma che é donna:

“Tizy, Tizy…tu avessi la fortuna di entrare li! 13 esima, stipendiuccio e se stai male stai a casa. ..”

Mi stringe il cuore sentirla ma io non sono cosí, e lo sa! Mia mamma sa tutto di Frank Merenda. Gli ho fatto una testa cosí…stavo prendendo la rincorsa…io quel corso lo devo fare.

31 luglio.

Leggo i post di tutti voi, leggo la felicità di chi bonifica…fantastico, come vorrei anch’io…

Ad un certo punto, piú per iniziare ad autoconvincermi, almeno la delusione mi fará meno male : ma si…farà altri corsi, poi cavolo, fino a due mesi fa neanche lo conoscevo… ( purtroppo) adesso sembra che se non faccio quello che mi dice Merenda…non Ceno! (Battuta del ca..)

Sta per finire il 31. Luglio è stato un mese super. Tra pochi giorni ferie. Ma qualcosa non va. Sono un po giu.

Non mi era mai mai capitato di sentire tristezza per non essere in grado di pagare uno che neanche mi manda ai Caraibi ma mi da nozioni di lavoro, insomma, forse l’ho presa un po troppo seria, sto un attimo esagerando. Rilassati e torna con i piedi per terra.

31 luglio. Pomeriggio.

Mi arriva una mail che non cancelleró mai piú. Andrea il mio titolare. Io vendo per lui un prodotto che é una sua idea. In fondo è stato lui a volere questo settore, a volere un venditore, insomma lui ha già investito su questa cosa.

Quante volte il mondo dei venditori rispetto ai datori di lavoro sono distanti anni luce. Sempre. Quasi sempre.
… (i puntini é per farla breve ma contengono giá le prospettive di settembre, ci che mi aspetta e credetemi non è poco) …

“Mandami i contatti del commerciale (Silvia) il corso di ottobre andiamo a farlo insieme.”

Ecco: quando lei finalmente ti dice:si mettiamoci assieme! Oppure quando da piccolino il babbo ti dice:andiamo si va a vedere del vespino!

Ecco quella mail mi ha dato una scarica di adrenalina e gioia che tutt’ora che scrivo mi fa sudare.
Ho dato il telefono alla mia compagna per farle leggere la mail…dopo alcuni istanti ha fatto un balzo e mi ha abbracciato…sapeva quanto ci tenessi, ho chiamato mia mamma: Vo da Frank! Vo da Frank!

Sono uscito di casa ma non sapevo nemmeno io cosa fare…poi mi sono ricordato che essendo il 31 ho fatto proposte di vendita con la scadenza di oggi…

Insomma so tornato a casa con un altro contratto.

Mentre c’é la crisi e la gente compra i gratta e vinci da 25 euro…mentre incrocio il collega che mi dice :eh…ma il mio settore é diverso…

Mentre accade tutto questo ho scoperto di avere un titolare avanti, veramente, non é da tutti, anzi è questo mi ha gasato ancora di piú:

Gia mi chiedevo cosa sarebbe accaduto se dalle risorse blog fossi passato al corso, adesso che siamo in due, titolare e responsabile vendite, non oso immaginare, non sto nella pelle.

Credetemi, sono disposto a ripagare questa opportunità fino all’ultimo centesimo, sono disposto a qualsiasi obiettivo da raggiungere, ora piú che mai non voglio deludere chi mi da così tanta fiducia, sono veramente carico, sento che tutto questo mi fa entrare in una sorta di élite, Frank, i suoi collaboratori, tutti voi del gruppo, io da ognuno di voi ho da imparare qualcosa.

Elisabetta nel suo post ha scritto un qualcosa che mi ha toccato, come penso abbia fatto ad ognuno, perché quel fuoco dentro, quello da venditore che sa che deve “guadagnarsela” che é disposto a sacrifici pur di…É un denominatore comune potentissimo.

Tra l’essere predisposto mentalmente e l’essere formato professionalmente c’é la sua bella differenza.

Tra il pensare all’abbronzante e non vedere l’ora che sia ottobre ci sono poche spiegazioni. Mi faccio vedere da uno bravo?
No! Voi mi capite.

E se ci fosse qualcuno ancora con dei dubbi, io ancora non ho gli strumenti, chiedete a chi già a frequentato Venditore Vincente, ma se sentite quella cosa nello stomaco, quella tristezza nel mancare qualcosa di grande…allora siete pronti a questo viaggio.

Grazie Elisabetta, grazie Frank, grazie Massimo e Roberto…Grazie Andre!
Mi stai dando qualcosa di grande, di serio e importante.
Non ci sarà storia. Pancia a terra e lavorare!

Mi sono dilungato. Ma tra mollo tutto e questo entusiasmo ci si é messo di mezzo un uomo con la sua professionalità. Un gruppo bello grande di persone capaci. Con meno parole non sarei stato capace di esprimermi.

Grazie

Tiziano Bennici

PS: Adesso finisco la lettera con la formula +3-

 

Vieni anche tu con Andrea e Tiziano al Venditore Vincente X. Clicca sul banner qui sotto.

Scrivi qui i tuoi commenti

9 comment

  1. Andrea Sulas
    • Frank Merenda
  2. Peter
  3. Fabio F.
    • Frank Merenda
  4. fabio logli
  5. Pierpalo
  6. Pierpaolo
  7. walter