Imprenditore, venditore, professionista ambizioso, questa lettera è per te

Conviene davvero fare impresa in Italia?

In questo Paese chiudono 16 imprese ogni ora, 390 al giorno

Un piccolo gruppo di imprenditori allo stesso tempo ha registrato un aumento degli utili del 33%

C’è un unico FATTORE X comune a tutti questi imprenditori con la Bentley e il rolex

…e io sto per rivelartelo all’interno di questa lettera…

 

Caro imprenditore,

sì, quella che stai leggendo è una sales letter.

Ma a differenza di tutte le altre sales letter, non serve solo a venderti qualcosa.

Perché sto per dirti esattamente cosa fare per far finire la tua azienda in TV e sui giornali, sto per rivelarti il fattore scatenante per farti intervistare dai giornalisti curiosi di capire come sei riuscito a creare un Impero e a rendere il tuo marchio famoso in tutto il mondo.

Prima però bisogna che chiariamo un aspetto importante del tuo lavoro.

Per far sì che tu capisca, devo dirti amaramente che…

Tu non sei nel settore in cui credi di essere

Hai letto bene.

Sia che tu credi di essere un imprenditore nel settore dell’automotive, dei trasporti, dei ventilatori industriali, della cura dentale, dei mobili per la casa, dell’organizzazione eventi, delle finestre… sia che tu credi di essere un libero professionista che fa foto, siti web, che vende consulenze legali, o finanziarie…

Te lo ripeto di nuovo.
Tu non sei nel settore in cui credi di essere.
Non sei davvero un meccanico, o un ristoratore, o un agente immobiliare.

La verità è che in questo particolare momento storico, qualunque sia il tuo attuale ruolo all’interno dell’azienda, è davvero poco importante.

Perché caro il mio imprenditore o venditore, indipendentemente dal mercato in cui operi, la verità è che tu sei dentro fino all’osso…

Nel settore del Marketing e delle Vendite!

“Ma di cosa stai parlando? Io vendo mattonelle, che diamine c’entra il marketing in tutto questo?”

E invece sta proprio lì la fregatura! Nel fatto che tu credi di essere proprio in quel settore. Settore che non c’entra nulla con il lavoro dell’imprenditore.

È per questo che le cose non girano più come una volta, che i clienti sono sempre meno e che quei pochi che riesci a portare in trattativa, alla fine scappano e vanno a comprare dai tuoi concorrenti ad un prezzo più basso. È per questo che lanci soldi dalla finestra ogni giorno. Perché non ti consideri un vero imprenditore.

Ma niente paura, tra poco ti rivelerò il FATTORE X che ti permetterà di trasformarti immediatamente nel tipo di venditore e imprenditore che hai sempre sognato.

Chi sono io per dirti tutto questo?

Mi chiamo Frank Merenda e da tutta la vita faccio il venditore. Da qualche anno sono anche un imprenditore.

Ho iniziato a 19 anni a vendere case, e mentre studiavo per diventare il miglior venditore di tutti i tempi, dovevo mantenermi e quindi la sera andavo a consegnare le pizze in una piccola cittadina dell’Emilia Romagna.

Quando sono diventato abbastanza bravo da poter campare solo di vendita, ho deciso di iniziare a divulgare ad altri le tecniche che avevo a mia volta appreso. Diventando in questo modo un punto di riferimento per la formazione aziendale in ambito vendite.

Mi ero stancato di vedere gente buttata per strada a vendere come canne da cannone, che faceva telefonate a freddo, che non riusciva a chiudere le trattative e che era frustrata dal fatto di dover raccattare gente da ogni dove per potersi permettere di staccare una fattura dignitosa a fine mese.

Qualche anno fa poi, ho preso tutte quelle informazioni che stavo imparando a conoscere, e le ho racchiuse in un blog che mi ha poi reso celebre.

Oggi possiedo la più grande scuola di marketing e vendita italiana dedicata alle PMI.

No, non si tratta di una di quelle scuole in cui ti insegnano a diventare manager e a far fallire le aziende.

Niente di tutto questo.

Si tratta di una vera e propria scuola in cui insegno un sistema di vendita progettato per venditori, professionisti e titolari di PMI.

VV STORY

2010: nasce il mio blog, all’interno del quale comincio a divulgare le informazioni su marketing e vendita, man mano che le imparavo e le applicavo.

2011: alcuni lettori cominciano a chiedermi di riunire un’aula di formazione dove poter trattare quelle tematiche a cui tanto si stavano appassionando. Io rido. “Impossibile”, penso.

2012: comincio a credere che un’aula di formazione potrei anche organizzarla. Chiedo a Silvia di seguirmi. Lei accetta.

Nasce il primo corso Venditore Vincente. Avevo una paura tremenda.

2013: la prima edizione è andata bene, i corsisti sono entusiasti e cominciano ad ottenere i primi risultati. Decido di preparare altre edizioni. E di creare la prima Masterclass, il percorso avanzato riservato solo ad alcuni studenti.

2014: le aule sono sempre più numerose, e insieme a Marco Lutzu e Alessandro Vignolo, decido di creare due corsi multimediali: Blog Vendita e Copy Vendita. Un successo strepitoso. Pubblico il mio primo libro “Vendere fa schifo – se non sai come farlo”.

2015: per la prima volta in assoluto in Italia, invito al mio corso Al e Laura Ries, padre e figlia, rispettivamente creatori del concetto di Brand Positioning e Visual Hammer. I più grandi esperti MONDIALI sul palco italiano di Venditore Vincente. In due anni e mezzo, passiamo da 60 a 300 persone in aula. Vado in giro per l’Italia con il mio primo tour: Vendere fa schifo (se non sai come farlo), incontrando oltre 6.000 possessori di partite iva. Creo la prima Mastermind.

2016: nasce il primo Marketing Merenda – il Summit annuale sul marketing professionale. In aula con me questa volta c’è Mr Jay Abraham, il più grande marketer strategico al mondo, l’uomo da 9,4 miliardi di dollari. Nello stesso anno tengo in aula “Ghiaccio agli eschimesi”, “Spremere i limoni”, “CopyComics” e “Vendere con le PR”. Nasce la Copy Academy e lancio Brand Vendita. Proseguo con i tour.

Nasce il primo Diamond e si crea la prima classe del Titanium.

2017: riesco nella strepitosa impresa di portare Dan Kennedy a tenere una intera giornata di formazione durante Marketing Merenda. Nascono “Il Circolo degli imprenditori” e la rivista “Merenda Monthly”.  Divento conduttore di un programma televisivo su Mediaset e giornalista de Linkiesta. Dan Kennedy invita me come relatore ad un suo info-summit (giuro ogni tanto mi do i pizzicotti per assicurarmi di non stare sognando).  E quest’anno non è ancora finito. Diciamolo.

Sicuramente avrò dimenticato qualcosa, chiedo al mio Team di perdonarmi, ma in pochi anni sono successe davvero un mucchio di cose, e tutte così in fretta, che non riesco nemmeno a ricordarle tutte.

Ecco vedi?

“Il fatto che sei cresciuto nel tempo? Beh complimenti, che ti devo dire?”

NO! Non quello, cioè anche ma non è lì che volevo portare la tua attenzione adesso…

O meglio, sì, volevo che tu notassi in che modo si è trasformata l’azienda negli anni, in che modo sono aumentati i collaboratori, i fornitori, i dipendenti… Ogni tanto mi ritrovo gente che durante i corsi mi fa: “Hey ciao Frank!”, e quando gli chiedo “Ma chi sei?”, loro mi rispondono “Ma come chi sono? Io lavoro per te!”.

Per me?

Ma davvero?

Ah.

Insomma è successa questa cosa figa e sì, l’azienda è cresciuta perché so fare marketing MA ti assicuro che NON è così banalizzabile come dato… anzi!

 

IL VERO MOTIVO PER CUI LA MIA AZIENDA È CRESCIUTA COSÌ TANTO IN 7 ANNI, PASSANDO DA 2 A 59 PERSONE CHE CI LAVORANO, È CHE…

 

IN AZIENDA TUTTI FACCIAMO FORMAZIONE MARKETING E VENDITA!

 

“Ma zio bono Frank mi prendi per il culo? Ovvio che facciate formazione! Siete una dannata azienda di formazione…”

No no non hai capito.

Ogni singolo membro della mia azienda si forma sulle tematiche relative a marketing e vendita, anche da formatori esterni! Da aziende esterne. Dai miei stessi maestri e anche da altri.

Per esempio, Silvia del reparto vendite legge centinaia di libri l’anno sulla psicologia e la manipolazione della mente umana (le donne e i loro interessi eh…), informazioni che poi trasmette alla rete vendita.

Marco Lutzu, il nostro capo copy, ha una casa enorme completamente invasa da corsi e libri su marketing e copywriting (non scherzo, quell’uomo è completamente pazzo). Il CopyTeam lo segue a ruota, quei ragazzi sono malati di copy.

Moreno Bonechi vola continuamente in giro per il mondo per andare a seguire i seminari di quei fuori di testa della marketing automation.

…insomma, chiunque nella mia azienda non fa altro che formarsi, che spendere soldi in formazione professionale per migliorare le proprie competenze e capacità.

E io?

Io ho speso qualcosa come 400.000 euro lo scorso anno IN FORMAZIONE. Solo in FORMAZIONE. Esclusi voli, hotel e tutto il resto. Dico solo in formazione con i miei maestri.

In pratica noi lavoriamo per poterci pagare i corsi di formazione per poter lavorare meglio.

Sembra uno scioglilingua!

E dove mi ha portato tutto questo?

Quanto mi ha ripagato aver speso così tanto per imparare a fare marketing?

 

Sono stato ufficialmente invitato da Dan Kennedy a Cleveland come relatore al prossimo Info-Summit. Primo imprenditore italiano al quale hanno chiesto di spiegare il marketing e la vendita agli americani.

 

Ma aspetta. Non è finita.

Magari adesso starai pensando che questo è solo il mio caso specifico, che non è una buona ragione per imparare a fare marketing… allora vediamo un altro po’ di dati.

Dopo essermi accorto che anche molte altre aziende che prosperano fanno formazione marketing, avevo bisogno di conferme, di sapere che non fossi pazzo. Sono andato a ricercare prove, statistiche, conferme… e le ho trovate!

La prima prova è arrivata quando ho visto i dati delle aziende che fanno formazione marketing e vendita… accorgendomi che proprio quelle aziende prosperano di più (e molto più velocemente) di chi non comprende l’importanza di imparare queste discipline!

Uno studio condotto da Asfor (l’associazione delle più accreditate business school italiane) ha dimostrato che…

Su un campione di diverse centinaia di persone, selezionate tra top manager e proprietari di PMI, è risultato che quelli tra loro che NON hanno fatto formazione ha rilevato un calo di fatturato dell’8% nell’anno seguente…

 

Mentre chi ha partecipato ai corsi di formazione, ha avuto un aumento di fatturato mediamente del 33%!

 

Il 33%!

Quindi eccolo il dannato fattore che permette alle aziende di prosperare anche in tempi di crisi: la formazione marketing!

Chi è disposto ad investire per imparare a fare Marketing e a Vendere PROSPERA, CRESCE… non c’è altra storia!

 

Altre prove?

Oltre a questa ricerca, ci sono loro: i miei studenti. I miei studenti, molti dei quali sono partiti dal NULLA, o comunque da molto in basso, e oggi sono tra i migliori imprenditori italiani in termini di risultati di fatturato, di crescita…

Anzi faccio una cosa, smetto di parlare e lascio la parola a loro:

 

Avatar

Orsola Narducci

“Fraaaaaaaaaaaaaank, ORMAI CHIUDIAMO GLI “INCHIUDIBILI”. E non è solo grandioso, ma un vero divertimento!!!
Esattamente come le due giornate di corso fatte con te questa settimana: grandiose e divertentissime!!! Con quei tuoi preziosissimi espedienti, adesso faccio ancora meglio il mio lavoro e sono strafelice di avere ancora di più la possibilità di fare arrivare nell’azienda in cui lavoro ancora più persone che han bisogno di me, che han bisogno del mio supporto per… “crescere” ed esser felici!!!!! Grazie!!!”

 

Avatar

Patrizia Bertuzzi

“E un altro sabato da VV è andato :)
Da quando seguo Frank e da quando ho avuto il piacere di conoscere Simone, appioppo come se non ci fosse un domani :)
Anche oggi 3 polizze vita!!! 1° volta che vedevo il cliente :)
E chi m’ammazza a me!!! :)
Thanks to Simone&Frank :*
PS: Finché tutti gli altri assicuratori dormono il sabato mattina, Bertuzzetta appioppa!!! :D”

 

Avatar

Roberto Spalti

“Un piccolo messaggio agli indecisi per Giugno: quando mi sono iscritto al corso VV ero titubante a causa dell’impegno che comportava. Trascorsi pochi giorni dalla fine del corso, con 3 proposte d’acquisto ritirate e 2 chiuse (il venditore della terza rientra martedì), posso dire che è stato il miglior investimento che ho fatto negli ultimi 10 anni. Spero che il secondo migliore sia blog vendita, perché cominciano a scarseggiare i clienti ;)”

 

Avatar

Giovanni Salerno

“Frank, mi sono dato l’obiettivo di raddoppiare il fatturato del 2013. Ho fatto il blog, studiato del copy e preso un autoresponder, ho scritto le mail a tutti i clienti e scelto una nicchia di persone da andare a colpire.
Mi sono imposto di usare il metodo il più possibile… Ed in 3 mesi ho già prodotto il fatturato del 2013… Gli obiettivi sono importanti, ma soprattutto il darsi da fare e il volerli raggiungere… Se poi hai un metodo che ti aiuta nel farlo è tutto più semplice!”

 

Avatar

Umberto Tiriticco

“Io voglio fare un posto contro. Ma sono l’unico che si è “strapagato” il CORSO VV solo grazie ai consigli del Blog di Frank e che mettendo in pratica le tecniche apprese al CORSO VV sta guadagnando i piccioli DIN DIN DIN sonanti????”

 

Avatar

Ignazio Sabella

“Alla faccia delle 10 visite/1 ordine – 20 visite/2 ordini…
Oggi ho fatto 5 visite: in una ho venduto dei copri materassi e dei copri federa, in un’altra ho venduto la mia mitica candeggina… Ho venduto poi 1 tenda a cappottina e 6 zanzariere.
Sono partito stamattina alle 7 e torno adesso!
Ho fatturato 5.500€ circa!
E io che credevo che bisognasse spiegare, conoscere il prodotto, preventivare…”

 

Avatar

Lorenzo Ramalli

“Non vuole passare per una leccata di culo, non sono il tipo!
Ma credo che un elogio vada fatto a Frank, che penso sia l’unico professionista che A SUE SPESE si può permettere oggi di inviare a casa materiale con vari aggiornamenti del corso VV così che anche i primi corsisti siano sempre aggiornati all’ultimo corso.
Grazie Boss!

PS: Consiglio a tutti di non andare al corso VV, rischiereste solamente di fatturare il triplo (ovviamente facendovi il culo), è molto più semplice dire “eh, ma il mio settore è differente!” ;)”

 

Avatar

Pasquale Di Tuccio

Adesso parlo io…
“Lavoro per quella famosa azienda che ha inventato il porta a porta… Insomma gli aspirapolveri…
Beh, ho applicato in minima parte il metodo e… Udite e udite, ho chiuso in 2 settimane 10 su 10, lavorando addirittura la metà del tempo!!!
Frank, e quando riuscirò ad applicarlo al 100% che accadrà??
Ragazzi non fatelo il corso… Non vorrei concorrenza sul mercato!!!”

“C’è un problema però… Che figata, ha funzionato 20 su 20!!!!! :D :D :D

 

Avatar

Andrea Grifoni

Ciao a tutti, solo oggi posso cominciare a capire cosa siano stati questi 3 giorni, quindi, faccio adesso quello che non sono riuscito a fare davanti alla telecamera: questo corso è stato tutto quello che stavo cercando, la stella polare verso cui ritornare ogni volta che mi perdo!
Grazie Frank, grazie Silvia di avermi “appioppato”! Grazie a tutti veramente.
We shall overcome!”

 

Avatar

Gabriele Ravaglia

“Volevo dire a tutti i VV una cosa che mi succede da Martedì:
PRIMA VV: Ho sempre fatto cacare come creativo!!!
DURANTE VV: Mi dicono che essere creativo, per vendere, non serve a un ..bip!
DOPO VV: Inconsapevolmente e senza intenzione mi trovo ad essere più creativo ed efficace di prima!!!
Ed è passata solo una settimana… Mah!!!
Se avevo due neuroni attivi ma asessuati prima, adesso Frank Merenda li avrà fatti accoppiare e avranno figliato…!!!! :D”

 

Come hanno fatto questi qui ad ottenere questi risultati così straordinari pur essendo gente come me e te, che viene dalla strada, che sta con le scarpe sporche di fango tutto il giorno e non ha certamente nulla a che vedere con il “marchetting delle grandi aziende”.

Quella è robaccia istituzionale. Cose che a noi non interessano.

Perché devi avere la CONSAPEVOLEZZA che esistono 2 mondi e due modi diversi di fare formazione alle aziende:

  • le grandi aziende e la formazione “mainstream”, quella universitaria, i grandi brand, le “big companies”;
  • marketing e vendita progettati per PMI, liberi professionisti, venditori.

Quelli del secondo mondo hanno infatti lo stesso tipo di marketing e lo stesso modo di condurre le trattative.

Se sei un venditore, devi saper condurre una trattativa perché mangi attraverso quello, e devi saper creare il tuo marketing personale, operativo. Per non fare trattative a freddo laddove è normale che vendendo per una PMI, in Italia le aziende non ti forniscono il tipo di marketing del quale noi parliamo (di solito ti danno brochure o cataloghi e poi calcio nel culo!).

Ecco perché se sei un venditore è fondamentale acquisire un sistema di vendita.

Se invece sei il titolare di una PMI in Italia, sei probabilmente anche il più esperto in azienda e anche colui che si occupa degli affari. Sei probabilmente anche il primo venditore dell’azienda o di te stesso.

Quindi che tu sia un agente di commercio o un imprenditore, sei tu a doverti occupare anche della vendita.

Ma questo sistema di vendita non ti serve “solo” a fare le trattative… anzi!

Ti serve anche in ottica di avere un sistema che possa essere spiegato, replicato col quale creare mano a mano una rete vendita (una, due, tre persone, quello che è).

Se invece sei un libero professionista (ingegnere, commercialista, avvocato, architetto)? È la stessa cosa. Te lo dico in maniera cruda: per campare hai bisogno di due cose:

  • l’abilitazione tecnica a svolgere il ruolo. Per questo devi andare all’università, laurearti, e poi sostenere tirocinio, praticantato, passare l’esame ed essere abilitato;
  • vendere ai clienti, perché sennò muori di fame. Il fatto che tu sia iscritto all’albo relativo alla tua professione significa che sei autorizzato a svolgere la professione, ma non hai il cliente di cittadinanza. Non te lo danno con l’abilitazione. Se lo vuoi, te lo devi prendere imparando a vendere.

Il nostro sistema è fatto per PMI, liberi professionisti e venditori, perché affrontano lo stesso tipo di problematiche.

È tarato per queste persone.

Ed è il sistema che insegnerò durante il prossimo

Venditore Vincente Sales Wars

– La Guerra delle Vendite –

23/26 Novembre 2017
Lubiana

 

“Frank ma siamo sicuri che questo sistema funzionerà anche per me? Il mio settore è differente!”

Ora ascoltami bene.

Acquisire clienti e vendere si fa in un modo solo. È chiaro che tu faccia confusione, perché il marketing per una grande azienda è roba di immagini, sono spot alla televisione, roba non hanno NULLA a che vedere con quello che insegno.

Ma come trovare clienti e come chiuderli è UGUALE nella struttura in qualunque modello di business. Quello che cambia è il prodotto.

Com’è il prodotto o cosa è, è irrilevante. Conta com’è posizionato, quello sì. Infatti è l’argomento fondamentale con il quale si aprirà il prossimo VV.

Non “cosa vendi tu” ma “com’è posizionato il tuo prodotto e la tua azienda nel tuo mercato”.

È “TU che vendi roba a Caio”. Il problema di TU che vende roba a Caio non è il tuo settore particolare, no. Lo sai tu com’è il prodotto o il servizio.

Il problema di “Tu vendi roba a Caio” non è “roba”, ma come “Tu convinci Caio a comprare la roba”. Non è il settore.

Non è cosa fai. Qualunque cosa fai o vendi, il problema è COME vendi la roba.

Tutto ciò che devi fare è spiegare Caio perché dovrebbe comprare da tee non dagli altri concorrenti sul mercato (o piuttosto che addirittura non comprare nulla).

Il problema è spiegare al tuo cliente perché deve compare da te piuttosto che da qualcun altro dei tuoi concorrenti o non fare niente.

Quindi il problema non è il tuo settore, il problema è DOVE sei posizionato all’interno del tuo settore. Ed è questo che noi lavoreremo in maniera specifica nel prossimo Venditore Vincente.

Venditore Vincente Sales Wars

– La Guerra delle Vendite –

23/26 Novembre 2017
Lubiana

Il settore è un problema nella misura in cui il tuo posizionamento nel settore ti mette in un bagno di merda.

Tutto il grosso è che tu nel tuo settore puoi essere il LEADER, eventualmente c’è spazio per un brand #2 (e non è semplicemente l’alternativa, perché in Italia l’alternativa è sempre quella un po’ più sfigata rispetto al leader, più economica), o sei – com’è probabile – uno dei tanti.

Nel tuo settore, nella tua zona di riferimento (quindi tendenzialmente regionale o inter-regionale, quando sono molto forti, o in alcuni casi provinciali o cittadino se parliamo di liberi professionisti).

Quando uno pensa al tuo settore, al problema che tu risolvi, chi cazzo mi viene in mente?

Se io vado per strada a parlare con persone della tua zona che hanno a che fare con il tuo settore e hanno quel tipo di problema, CHI hanno in mente o CHI gli viene consigliato in prima battuta?

La risposta a questa domanda DEVE ESSERE:
“Consigliano me!”

E se non è così, allora non puoi mancare al prossimo Venditore Vincente, perché…

Al prossimo Venditore Vincente avremo l’ONORE di ospitare Al Ries – creatore del brand Positioning e mio Maestro diretto – che ti spiegherà nel dettaglio come fare a diventare “primo nella mente dei tuoi clienti”

E tu devi scegliere se imparare a posizionarti come leader indiscusso del tuo settore prima dei tuoi concorrenti e lasciargli mangiare la polvere… o dopo, quando chi mangerà la polvere sarai tu.

Avere la possibilità di studiare direttamente dal Maestro, è un onore per pochi, e gli imprenditori che hanno la fortuna di entrare in contatto con lui, sono riusciti là dove altri hanno fallito: la prosperità della propria azienda in tempi di crisi.

Nessun altro al mondo, a parte Al Ries, potrà insegnarti i segreti del brand positioning che ti consentiranno di essere riconosciuto da tutti come leader di settore.

Io e Al insieme ti forgeremo come un vero guerriero, trasmettendoti tutto ciò che ti serve per diventare un imprenditore con la Bentley e il Rolex…

Perché ogni imprenditore è in guerra. È la storia delle due battaglie che ogni imprenditore e ogni venditore devono vincere, quella nella mente del cliente e quella sul campo di battaglia.

Una guerra di percezioni prima e una guerra all’arma bianca sul campo della negoziazione più spietata poi, per chiudere più contratti di quanto tu abbia mai fatto prima.

In un super corso di quattro giorni completamente nuovo, verrai condotto nel campo di addestramento alle vendite più straordinario del mondo.

Venditore Vincente Sales Wars

– La Guerra delle Vendite –

23/26 Novembre 2017
Lubiana

Al ti accompagnerà passo dopo passo verso la creazione del tuo brand, evitandoti tutti gli errori più stupidi che ogni imprenditore o venditore commette. Io ti condurrò sul campo minato della trattativa più dura e complessa.

Al difficilmente va in giro a tenere conferenze. Meno che mai in Europa.

Io sono stato invitato a Cleveland.

Ma tu…

Hai la possibilità di conoscere e apprendere direttamente da due formatori d’eccellenza. Ma non dovrai andare dall’altra parte del mondo per vederli. Ti basterà venire a Lubiana. A pochi passi da casa tua.

“Okay Frank mi hai convinto! Voglio partecipare a questo corso, voglio uscire dalla mediocrità, voglio imparare a vendere e a chiudere tutte le trattative. Prendi i miei soldi e facciamola finita, ho deciso.”

Fermo fermo. Non ho ancora finito.

Non ti ho ancora detto cosa ho in mente per te, come ho strutturato il programma.

Quindi ecco un po ’ di cose che imparerai durante il prossimo Venditore Vincente:

    • scoprirai come squarciare il muro protettivo naturale che tutti i tuoi clienti hanno innalzato in questo mondo ricco di messaggi pubblicitari, e a farti ascoltare anche dai più “difficili” tra loro grazie alla potenza del Brand Positioning e alle strategie utilizzate anche dalle grandi aziende per emergere e abbattere la distrazione;
    • imparerai a distinguerti e a brillare come una stella fluorescente in mezzo al buio più totale, così che i clienti possano vedere solo te e non più i tuoi concorrenti;
    • capirai il segreto delle aziende che prosperano nei momenti di crisi, e non avrai mai più paura di rientrare tra le 390 aziende che chiudono in Italia ogni giorno, perché ti sentirai finalmente al sicuro e il tuo unico obiettivo non sarà più la sopravvivenza, ma la prosperità;
    • riuscirai a programmare la mente dei tuoi clienti, convincendoli a seguirti nel tempo e a non abbandonarti, anche se altri gli offriranno più sconti;
    • vincerai definitivamente la battaglia del prezzo, così non dovrai mai più abbassare di un solo euro il prezzo del tuo prodotto… anzi, imparerai ad alzarlo e, nonostante questo, ad avere più clienti!
    • trasformerai ogni acquirente (che passava di lì per caso) in un cliente affezionato e devoto a te, alla tua azienda, e al tuo prodotto, tanto che sarà disposto a diffondere il verbo tra tutti i suoi conoscenti;
    • utilizzerai le tue opinioni personali come un potente mezzo per creare autorità agli occhi dei tuoi clienti;
    • apprenderai le tecniche di manipolazione psicologica utilizzate dai più grandi venditori e marketer (e anche da alcuni truffatori!) di ogni tempo per sottomettere i clienti (e i malcapitati) al proprio volere;
    • saprai creare il tuo brand seguendo le orme delle grandi aziende nel mondo, con sistemi e tecniche adatti alle PMI italiane;
    • troverai il modo di far slittare verso l’alto la freccia del fatturato, lasciando letteralmente a bocca aperta concorrenti e amici increduli;

Ma chiariamo una cosa: in questo corso NON insegno a vendere con la parlantina e altre menate varie da anni  ’80. Non ti insegno a “persuadere” un fico secco.

Io insegno un Sistema.

Un sistema di vendita vero e proprio.

Per applicarlo devi STUDIARE. Non ci sono altre vie.

“Si Frank ma io sono timido, come potrei mai imparare a vendere?”

Per quanto possa sembrarti strano, io non nasco affatto come un venditore spietato con la parlantina.

Al contrario. Sono di natura scontroso, scorbutico, timido e non amo socializzare.

Imparare a vendere per me è stato UN DRAMMA.

Non ce l’ho “nel sangue”, non ci sono “nato”. Le tecniche di vendita che insegno tutte cose che ho dovuto imparare. Dalla prima all’ultima.

E se ci sono riuscito io che sono tutt’altro che un superuomo.Allora puoi riuscirci anche tu.

Ogni tanto mi capita di incontrare gente del mio passato che ancora non ci crede che io sia diventato “famoso” per la vendita.

Ero veramente un timido scorbutico tendente all’asocialità.

In realtà lo sono tuttora.

Eppure, grazie a ciò che insegno durante Venditore Vincente, sono riuscito a vendere me stesso a Mediaset, diventando il conduttore di un programma TV, ho venduto un programma a Sky Sport, ho creato svariate aziende e sono stato invitato a Cleveland da Dan Kennedy.

Credi che ci sia riuscito perché sono simpatico?

Ma manco un po’. Chiedilo ai miei collaboratori se non mi credi.

Ci sono riuscito perché in quei momenti volevo VENDERE. E per farlo ho applicato le stesse identiche regole che imparerai tu durante il prossimo:

Venditore Vincente Sales Wars

– La Guerra delle Vendite –

23/26 Novembre 2017
Lubiana

Non mi interessa come vendi: può essere una trattativa telefonica, dal vivo. Non è importante. I principi sono gli stessi.

Certo che quella dal vivo è la più strutturata (infatti analizzeremo questa nel dettaglio), ma proprio perché è la più strutturata e i principi sono i soliti, potrai replicarla senza margine d’errore per qualunque altro tipo di trattativa.

In termini di argomentazioni è la stessa cosa.

Via email? Via chat? Via Skype? I concetti e i principi da seguire sono gli stessi identici.

Quali sono le nuove tecniche da portare sul campo di battaglia – quindi in trattativa – che approfondiremo insieme in anteprima?

Per la prima volta in assoluto andremo a lavorare nello specifico, vagone per vagone, sulle tecniche di negoziazione avanzata.

(e se stai pensando che “i vagoni li conosco già”, ricorda quello che ho detto prima: è un corso completamente NUOVO!)

Faremo uno zoom sul “trenino”, analizzando al microscopio per ciascuno vagone, le tecniche di negoziazione avanzata, ovvero quelle

tecniche di manipolazione psicologica per ottenere il più velocemente possibile un risultato positivo sul cliente al
MASSIMO delle condizioni favorevoli per noi.

Tutto. Completamente. NUOVO. Le cose vecchie le diamo “gratis” prima.

Risultato positivo.

Il più veloce possibile.

Al massimo delle condizioni favorevoli per noi.

Quindi chiudiamo il cerchio.

Il “prodotto che si vende da solo” non è che non esiste.

Al massimo la coca-cola non ha bisogno di strategie di negoziazione quando arriva l’omino che rifornisce il bar. Ma è un altro business. Noi non ci occupiamo di big-companies.

Non facciamo né il marketing per la grande azienda basato sull’advertising, ma nemmeno “rifornimento clienti” che è tipico del leader di mercato che il massimo della trattativa è “Oh, hai finito la coca-cola? Quanta te ne porto?”.

Loro non hanno da negoziare. Il problema è che noi non facciamo teorie dei grandi numeri.

Noi gestiamo piccole imprese. Siamo venditori. Liberi professionisti. E ti diamo la roba che funziona nel tuo caso specifico.

Posto che la prima parte è sul posizionamento, sulla strategia e sul lavorarci, intanto che ci metti qualche anno a diventare il leader numero uno della tua categoria, le trattative devi cagare sangue.

Tu. I tuoi venditori. E le persone che se ne occupano. Perché i tuoi prodotti NON si vendono da soli.

Quindi fermo restando che c’è tutta la base del venditore vincente, ti renderai conto che esiste SEMPRE e comunque una battaglia per strappare ordini e clienti al leader attuale della tua categoria.

La realtà è che il grosso del piatto sarà sempre dei leader.

E noi sappiamo che l’unica soluzione è quella di creare una NUOVA categoria e ne diventi il leader.

Cosa dobbiamo fare però mentre cerchiamo di fare questa cosa qui? Strappare più clienti possibili e conquistare più terreno possibile a discapito del cazzo più duro sul mercato oggi, ma

SENZA dover sbragare prezzi e condizioni!

L’economia – in particolare quella italiana che affonda le sue radici sulla micro-impresa –  si basa su questo gap che noi dobbiamo risolvere: c’è una guerra la fuori, e c’è uno che ha il fucile più grosso e pericoloso.

Per motivi leciti o illeciti, c’è di tutto. C’è e ci sarà per sempre. Il problema è che al leader NON glielo strappi di mano quel fucile.

Quindi l’unico modo che tu ad oggi hai di rimanere in campo come un pesce piccolo è elemosinare contratti in giro con le persone, farti trovare sempre in una condizione di bisogno (perché non ti senti mai il protagonista del film, sei sempre in modalità “ho bisogno di strappare un contratto”).

Ti assicuro che il leader di mercato va lì ed è un figo.

Quando te sei uno dei tanti sfigati che provi a vendere alla piccola impresa italiana, sei lì che implori affinché ti ascoltino.

Ti assicuro che se arriva il VERO leader di settore, forse va ad un appuntamento dopo che la persona gliel’ha chiesto per piacere, perché possono permettersi di non lavorare con tutti.

È sconfortante quanto questo tipo di battagli sia diversa da quella del 99% delle aziende in giro.

C’è una battaglia impari, ingiusta la fuori, tra il leader di mercato (che a modo suo nella macro nicchia farà sempre il maggior numero di vendite) e come conquistare sempre più quote di mercato combattendo:

  • tutti gli altri piccoli come te: di base il primo obiettivo è fare il culo a quelli come te oggi. Probabilmente ora come ora sei nella tua situazione in cui siete tanti percepiti tutti uguali. Quindi il primo obiettivo di guerra è riuscire a conquistare contratti premium-price senza sbragare i prezzi.Servono quindi le tecniche di negoziazione che ci facciano ottenere un risultato positivo con il cliente, nel minor tempo possibile, alle MASSIME condizioni favorevoli per TE.E questa cosa si fa con le tecniche di negoziazione che imparerai alla Guerra delle Vendite.Una volta picchiati i pesci piccoli, c’è anche modo di strappare i clienti al
  • leader di mercato. Questo si può fare in due modi: sbraghi i prezzi, ti cali le mutande e diventi la puttana dei tuoi clienti… oppure impari anegoziare in maniera corretta dopo  esserti posizionato come leader in una nicchia specifica.

È questo il tuo obiettivo oggi: riuscire a portare via clienti alla concorrenza.

La fuori, nella maggior parte dei casi il “trovare nuovi clienti” è una bugia, nel senso che

non ci sono “nuovi clienti”

Di base stanno già comprando qualcosa, da un tuo competitor diretto o da un competitor indiretto. È gente che sta già comprando.

Quindi il problema non è trovare nuovi clienti, il problema è strapparli dalla concorrenza.

Solo che per farlo non esiste solo la via del calare i prezzi. I clienti sono in numero FINITO, e si stanno rivolgendo a qualcun altro. Se non stanno comprando da te, sta comprando da qualcun altro. La gente se lo pulisce sempre il culo, quindi se non sta comprando carta igienica da te, la sta comprando da qualcun altro.

Noi però sappiamo che non funziona solo così: ci sono persone che non stanno facendo niente per risolvere un particolare problema.

Se faccio una particolare azione su queste persone, li devo motivare a cominciare ad affrontare quel problema con una specifica soluzione. Quindi fai un’azione motivazionale, li motivi ad acquistare, portando però clienti nuovi al leader di mercato.

È un duro colpo da digerire però la verità è questa: il leader di mercato rimane leader di mercato perché le reti vendita dei concorrenti fanno il lavoro al posto suo.

Non sanno come strappargli i clienti da sotto mano e in più, quando si approcciano a persone “vergini”, che non hanno mai approcciato a quella categoria di prodotto o servizio, e stimolano questi clienti ad interessarsi a questo prodotto o servizio. La gente si informa su internet e poi acquista dal leader. Risultato? Hai faticato per portare a GRATIS dei clienti al leader di mercato.

Ed è la stessa cosa che succede quando fai marketing nella maniera sbagliata.

Ma non è ancora tutto.

C’è un altro fondamentale motivo per cui dovresti partecipare al prossimo Venditore Vincente.

 

Tu vieni qua perché io ho fatto per te tutto il lavoro di selezione di ciò che funziona per piccoli imprenditori, liberi professionisti e venditori.

Quindi il vero valore è che tutta questa merda infinita di cazzi mode e puttanate che ci sono qua fuori, io te la filtro, e quindi eviti di passare tutta la vita a inseguire lucciole per lanterne perdendo un sacco di tempo a cercare informazioni che poi magari si rivelano inutili.

Il primo motivo per cui devi venire a Venditore Vincente quindi sono le informazioni che trovi. Il secondo sono le informazioni che NON ti vengono date perché è roba che non serve a una minchia.

Ti filtro anche tutte le scemenze dei colleghi e dipendenti che “No ma io ho visto questo, devi fare così”, se vieni sai se è una stronzata o meno, se non lo sai o rimani così e nel tempo ti fai superare dagli altri e ti fai raggiungere da chi ha acquisito competenze più specifiche e avanzate, o fai quello che ti consigliano gli altri e muori uguale perché non era roba efficace in termini di marketing e vendite a medio lungo periodo.

Se venivi al corso lo sapevi che era una stronzata. Noi abbiamo un vantaggio: rispetto a qualunque altro “fornitore”, noi siamo veramente super-partes. Non abbiamo dietro qualcosa da vendere, io ti formo e ti dico quali sono gli strumenti più adatti e le cose da fare, poi dopo fai come vuoi, però io te lo dico.

Non è il corso web-marketing perché dopo ti voglio vendere chissà cosa. Io ti mostro cosa c’è da fare per raggiungere, mantenere e consolidare il tuo dominio e posizionamento sul mercato, e sta a te usarli.

Io sono un ricercatore delle cose che funzionano, le seleziono e le divulgo. Stop. Se non è lì dove dico io, è perché non ci dev’essere.

Non solo quindi hai le informazioni più aggiornate e più fighe in termini di come trovare clienti e vendere, ma soprattutto il risparmio di tempo e denaro nel non perdere tempo per cercare la roba che funziona.

Hai dei dubbi sul come muoverti?

Vieni qui così sei sicuro, perché se non è lì non è da fare. Se è da prendere in considerazione te lo dico io. Se non c’è e non te lo dico, è perché non ti serve. Se il marketing su Snapchat funzionasse lo direi, non è che c’è la lobby delle cartiere e mi conviene dirvi che vanno usate le sales cartacee, è che è una minchiata il marketing su Snapchat.

Solo che poi c’è gente che scrive il libro “Il futuro del marketing su Snapchat”, e bisogna che qualcuno argini queste puttanate sennò è un bagno di sangue che non finisce più.

Il problema è che la gente va su internet, non ha idea di cosa funziona e cosa no, viene presa da mille dubbi, e lo capisco.

Io ti dico le cose che sono fondamentali per ottenere risultati, e ciò che non trovi è fatto apposta per non esserci. Quindi al posto di fare un corso di 1 giorno, 2 giorni, lo facciamo di QUATTRO, diciamo TUTTO quello che c’è da dire, poi fine. Lì poi c’hai da lavorare tu.

Quello che è, è quello che risparmi per non invischiarti in cose stupide che non funzionano. Come fai a saperlo?

Perché noi testiamo tutto, ti facciamo da ufficio Ricerca e Sviluppo. Non è che siamo contrari in maniera religiosa a qualcosa, testiamo tutto, ok? Lo faccio prima io, ti evito la rottura di cazzo per dover andare a testare campagne su Snapchat. “Il marketing su Instagram” ma sì, è che ci sono altri cazzi prima di pubblicare i gattini su Instagram per fare il marketing a una PMI.

Siamo assolutamente agnostici: ciò che funziona lo teniamo, ciò che non funziona, non lo teniamo. Fine.

È il valore di venire ai corsi. Non è cosa ti dico, ma che stai comprando un anno di test gratuiti che altrimenti ti dovresti fare te sulla tua azienda, a romperti il cazzo, e cercando di filtrare e capire tutte le informazioni che ci sono in giro.

Frank l’ha testato prima di te: se non ti dice di farlo, c’è un motivo. Noi siamo atei, non abbiamo una “corrente di pensiero”. Abbiamo dei punti fermi, certamente, nel senso che l’estensione di linea non va bene, per esempio … tolto che condividiamo il nucleo base delle argomentazioni, il resto è finito.

Cosa facciamo quest’anno a Venditore Vincente Sales Wars
La Guerra delle Vendite

E la guerra delle vendite:

  • la guerra nella mente, la battaglia nella mente (posizionamento);
  • la guerra sul campo (che è la trattativa)

La prima battaglia è l’aviazione, cioè tutto ciò che un venditore, un libero professionista, un imprenditore deve fare in termini di progettazione prima di mandare le persone fuori o andare lui stesso fuori a vendere in trattativa.

Qui cosa faremo?

È l’ultimo intervento in carriera di Al. Ha 91 anni. Esiste un pacchetto tecnologico basato proprio sulla battaglia dai materiali di Al, composto da Marketing Warfare, War in the Boardroom e Positioning: The Battle of Your Mind, un ordigno pronto a esplodere nella mente dei tuoi potenziali clienti. Sono tutti i materiali che esistono anche sottoforma di libro, ma hanno 25 anni. Sono considerazioni ottime, ma per quanto i principi siano gli stessi, le cose sono cambiate da 25 anni a questa parte. Il campo di battaglia si è modificato.

Quindi sarà un intervento fondamentale nel quale andremo a vedere le ultime scoperte sulla battaglia del marketing. Al ci lascerà l’ultimo frutto delle sue ricerche. Gli studi più aggiornati, le ultime scoperte di Al Ries. Non ci scriverà più un libro sopra, perché è un veterano di guerra che c’ha una certa età, ma se vieni hai accesso a dei materiali che non saranno mai pubblicati. Non vedranno mai la luce.

Vedremo come funziona la guerra del marketing, quindi quali sono le strategie per vendere il proprio prodotto o servizio, le strategie se sei il leader, il co-leader, o se fai parte della massa indifferenziata.

Ci sono una serie di azioni che vanno fatte prima di andare in trattativa, di lanciarsi all’attacco. Sono tutte strategie di “positioning mentale” e di “posizionamento sul campo di battaglia”, ovvero come schierare l’esercito (anche se è un esercito di un solo uomo).

Come in realtà ti devi comportare nel preparare i materiali che presentano la tua acquisizione clienti. Ci sono dei particolari materiali di marketing che vanno preparati se sei il leader. Altri diversi che ti fanno vincere la guerra se NON sei il leader di settore. Per questo le campagne di lead generation che la maggior parte delle persone lancia sul mercato non funzionano come dovrebbero.

Tutti cercano di attaccare il mercato con una headline più o meno precisa, scritta secondo i dogmi del copywriting, ma questa è un’arma a doppio taglio se usata senza la strategia di base vincente.

La lead generation con un ad, certo che ti “butta la gente dentro”.

Ma se ad oggi sei una delle aziende “non leader” e ingrani la quarta con messaggi adatti a chi sta in cima alla piramide, attiri traffico e sensibilizzi le persone che poi tendenzialmente vanno a dare i soldi al leader.

Più mi guardo intorno e più vedo imprenditori e venditori che rimangono ipnotizzati quando sentono parlare di lead generation online.

Vedono me, pensano che basti fare due sponsorizzate su Facebook e i clienti per magia tirano fuori il portafoglio e comprano.

Il problema è che sono come un bambino che scopre la polvere da sparo e imparare a fare i fuochi d’artificio quando in giro ci sono già le aziende-panzer che radono al suolo un concorrente dopo l’altro.

Non ci fai niente con uno sparo di fucile se poi non hai un esercito che possa difendere la postazione e avanzare per occupare il terreno e prendersi quante più quote di mercato possibile.

E non è tutto. Spesso e volentieri il “marketing” viene delegato all’esterno e a persone che non si sono hanno subito un mio addestramento.

Quindi completamente ESTRANEO all’azienda che, senza posizionamento, senza strategia, senza un’adeguata visione a livello di marketing, gli da carta bianca e brucia le proprie risorse per finanziare qualcosa che tornerà indietro sotto forma di rumore e polvere.

Niente soldi. Niente armi. Nessuna guerra vinta.

Ogni squadrone dovrebbe capire l’esigenza di avere un proprio reparto marketing interno. Ma senza spingersi utopisticamente così lontano, il problema è che se ti affidi ad un’agenzia i loro lavori li devi dirigere TU. Altrimenti ti fanno una campagna, anche “tecnicamente” corretta, che in realtà ha un risultato disastroso, perché combatti come l’esercito con le armi migliori, o come il più numeroso, o come quello che nel tempo ha conquistato la postazione migliore. Ma non è così.

Ecco perché è pericoloso far entrare dei membri esterni nella propria squadra se non hai una strategia.

Il problema è che la maggior parte delle persone non se ne rende conto, perché la routine giornaliera li distrae dalla fase di progettazione e programmazione strategica.

Per questo ho organizzato un incontro militare segreto, dove rivelerò ai membri che risponderanno all’adunata come generarsi il marketing in prima persona o delegarlo e dirigere in maniera corretta i tecnici (perché se vuoi rivolgerti a un’agenzia, devi dargli TU la linea di attacco che vuoi tenere, dato che queste persone in buona fede NON sono dei marketer e rischiano di sabotare la tua vittoria).

La parola chiave è CONTROLLO. Non ti vuoi rompere il cazzo? Vuoi delegare? Ok, bisogna che tu mantenga un minimo di controllo per non tornare in azienda il giorno dopo e trovarla a culo all’aria e con le casse svuotate.

Essere il CAPO. Delegare qualcosa che funziona. Avere il controllo delle persone che stai pagando.

Rimanere nella situazione in cui “Io non ci capisco niente e mi affido all’agenzia” è pericoloso per la sopravvivenza della tua azienda e va a intaccare in modo irreparabile la tua autostima.

Perché? Vuoi sapere come finisce?

Finisce che affidi la tua azienda, il tuo futuro, quello della tua famiglia e di chi lavora con te a sconosciuti che non hanno idea di ciò che devono fare, fanno danni e te credi di essere stupido perché ti sei fidato di persone che in realtà non dovevano mettere mano da nessuna parte.

I tecnici bravi che ti montano la campagna di marketing li trovi, il problema è che se tu non gli dai le informazioni, loro non sanno cosa è corretto fare, perché non sono degli esperti di marketing, sono degli esperti tecnici semmai.

Non lo sanno fare. Bisogna che glielo dici te cosa devono fare (e questo sarà uno degli argomenti speciali del nostro incontro).

Le strategie aggiornate di guerra che Al e Laura conferiranno ai presenti sarà l’aviazione che preparerà il terreno, ovvero come progettare una strategia vincente e come posizionarsi sul campo, come lanciare l’aviazione e bombardare per dare il via libera al venditore, che è il fante e va a completare il lavoro dopo che ho già sterminato il grosso degli eserciti avversari.

 

“Frank basta mi hai davvero convinto.Venditore Vincente è un corso che non posso assolutamente perdermi! Dimmi dove devo bonificare e basta…”

 

In realtà non è ancora finita…

Pensi che io ti dia “solo un corso”? Andiamo. Sono un marketer. Hai idea di quanti bonus riceverai partecipando a questo corso?

BONUS #1: Video Pre-Corso. Sono così sicuro del fatto che le informazioni che acquisirai saranno completamente inedite e che non le avrai mai ascoltate prima, neanche da chi ha fatto i vecchi corsi, che ho deciso di REGALARTI i video di una delle scorse edizioni di Venditore Vincente. Video che dovrai studiare prima del corso. In pratica ti sto regalando un corso che altri hanno pagato un mucchio di soldi.

valore: 4125 euro

 

BONUS #2: Tutor personale. Durante il corso metterò a disposizione dei tutor, li presenterò dal palco e tu potrai vederli e conoscerli. Si tratta dei miei soci, dei miei collaboratori migliori e dei miei studenti più avanzati. Loro conoscono a memoria il sistema Venditore Vincente e saranno pronti ad ogni pausa a rispondere alle tue domande, qualora avessi qualsiasi tipo di dubbio sul programma e sulla sua applicazione. Ti basterà andare da uno di loro e si occuperanno di risolvere ogni tua perplessità. In pratica avrai un tutor privato che ti seguirà passo dopo passo.

valore: almeno 5000 euro

 

BONUS #3: Manuale di acquisizione clienti. Te ne tornerai a casa con un manuale pronto di acquisizione clienti. In pratica quei pazzi del CopyTeam hanno messo su un manuale con esempi pronti di landing page, sales letter, cartoline e tutti gli strumenti che noi stessi utilizziamo per l’acquisizione clienti. Troverai le loro critiche su ognuno di questi materiali prodotti dai nostri clienti nei settori più disparati. Questo manuale da solo vale il costo del corso, ma facciamo che sto basso e lo prezzo a meno del suo valore effettivo.

valore:  2427 euro

 

BONUS #4: Trascrizioni dell’intero corso. Come se non bastasse, ti manderò a casa, dopo la fine del corso, il manuale cartaceo con le trascrizioni per intero di questi 4 giorni di formazione, così potrai riguardarli, ripassarli e mandarli a memoria in ogni momento. Sarà come avermi sempre con te a ricordarti di appioppare!

valore: 1970 euro

 

BONUS #5: Ascoltare Al Ries dal vivo e creare il tuo brand. Al è mio maestro, e farà un intervento sul posizionamento che trasformerà la tua aziendina anonima, in una delle più grandi aziende di cui gli italiani potranno vantarsi. Senza brand non vai da nessuna parte oggi. Puoi fare un po’ di marketing, ma non puoi aspettarti di CRESCERE davvero, se non cresci un brand forte, che tiene gli urti, inscalfibile, e che ti assicuri un costante flusso di clienti.

BONUS #6: Laura Ries ti farà capire tutti gli errori che hai commesso finora con l’immagine della tua azienda. Laura, la figlia di Al, è la maggior esperta mondiale di Visual Hammer. Insieme a lei capirai l’importanza di imprimere il tuo messaggio nella mente dei clienti come un “Martello Visivo” e fare in modo che si ricordino di te anche mentre sei impegnato a fare tutt’altro!

valore: inestimabile, ma facciamo finta che sia “solo” 15.000 euro

Quanto vale tutto questo?

Facendo un po’ di conti, pare chiaro che arriviamo a 28.522 euro. SOLO di bonus.

A questo valore va aggiunto il valore del corso, quindi arriviamo a 31.734 euro!

Ma se ti iscrivi subito, se sei veloce e richiedi informazioni immediatamente compilando il form prima che l’offerta scada, avrai tutto questo a circa un decimo del valore reale!

Un decimo!

Praticamente mi stai truffando. Mi lasci in mutande.

Ma hey, cambiare questo Paese è la mia missione. Mi tocca abbassare il prezzo se voglio davvero modificare il tessuto imprenditoriale italiano e arrivare a più persone possibili.

Insomma: avrai bonus strepitosi, vedrai Al e Laura Ries dal vivo che ti insegneranno a forgiare il tuo brand e a prepararlo per la battaglia nelle menti dei tuoi clienti, ci sarò io a spiegarti come diventare un venditore spietato anche se sei timido e davanti ai clienti balbetti come una ragazzina di fronte alla sua prima cotta… C’è davvero bisogno di altro per convincerti?

Probabilmente no. Ma è risaputo che io esagero sempre.

Perché sono così sicuro del valore delle informazioni che stai per ricevere, che voglio che questo corso non rappresenti alcun rischio per te… ma un ENORME rischio per me.

Ecco perché ho deciso di darti la mia speciale garanzia A VITA!

Sì lo so, sono un folle.

Quindi ecco la speciale:

Come funziona questa garanzia?

Te lo spiego subito: alla fine del corso verrai inserito all’interno di un’area riservata, in cui ci sono io, tutti gli altri Venditori Vincenti, e tutti i miei soci e i miei collaboratori avanzati.

Tutti noi saremo pronti a rispondere ad ogni tuo dubbio, ogni tua domanda.

In pratica se al corso sarò poco chiaro, se non riuscirai ad applicare una qualunque delle cose che insegno, avrai il diritto di rompermi i coglioni in area riservata facendo domande alle quali io sarò costretto a rispondere.

“Frank ma io ho già fatto Venditore Vincente e devo ancora applicare tutto, non vorrei mettere altra carne al fuoco… magari vengo al prossimo evento…”

Certo. Così anche tu farai parte delle aziende che non formandosi hanno registrato l’8% di fatturato IN MENO.

Io davvero non ce la faccio a spiegarti perché importante che tu ti formi e che continui a farlo SEMPRE.

Ma faccio uno sforzo visto che sei già stato mio studente.

Anche se hai già partecipato, Venditore Vincente sarà un corso totalmente rinnovato, con tutte le slide NUOVE. Tanto che potrai studiare in video una vecchia edizione PRIMA di partecipare.

E se le statistiche non bastano a farti capire che chi si ferma MUORE, allora ti spiego cosa succede a chi usa strumenti di marketing obsoleti.

Al primo VV spiegavo l’importanza del blog, e all’epoca era assolutamente sufficiente per fare lead generation. Oggi chi ha “solo il blog” (che è uno strumento che DEVI AVERE e che è tuttora INDISPENSABILE, sia chiaro) non ottiene grossi risultati, se non ci attacca vicino la lead generation online e offline, l’email marketing, la marketing automation, i pacconi, il libro… e tutti gli strumenti utilizzati dai miei studenti. Strumenti che si sono EVOLUTI non anno dopo anno… ma mese dopo mese!

Perfino gli ologrammi (se non hai fatto VV non preoccuparti, presto scoprirai cosa sono…) si evolvono di volta in volta e la sofisticazione della trattativa è sempre più adattata al momento storico in cui ci troviamo?

E sai cosa succede se non ti accaparri tu le nuove informazioni che abbiamo da darti io e Al?

Che ti lasci raggiungere dai tuoi concorrenti, ti fermi, smetti di formarti, di avere intuizioni importanti per il tuo business, di capire quali sono i pezzi mancanti.

Si, lo so che non hai ancora applicato tutte le cose imparate durante l’ultimo corso, ma formarti AL MEGLIO non serve a mettere “ulteriore carne al fuoco” come erroneamente pensi, ma capire le cose che durante il primo corso ti sono sfuggite, velocizzare i processi di implementazione e VINCERE questa guerra.

Ora hai due strade davanti a te.

Puoi continuare a fare quello che hai sempre fatto. A tentare la vendita dei tuoi prodotti in maniera imbarazzante, ad arrancare e a farti dire “era meglio se facevi il dipendente” da amici e familiari. Probabilmente sarà facile che la tua azienda finisca tra le 390 che chiudono ogni giorno.

Ignora questa lettera e continua pure a fare quello che hai sempre fatto. Per me problemi meno di zero.

Oppure, se vuoi dare una scossa importante alla tua attività, se vuoi imparare l’unico sistema di vendita che ti permetterà di raggiungere risultati mai visti prima, di guadagnare di più dalla tua azienda, allora ti aspetto al prossimo corso.

Se vuoi smettere di aver paura, se vuoi mettere la tua azienda al sicuro e non finire mai tra le terribili statistiche dell ’ISTAT, allora ci vedremo a Venditore Vincente.

E i tuoi concorrenti?

Quando apprenderai il Sistema di Vendita Professionale, non esisteranno più concorrenti. Non ci saranno più persone che devi “temere”

Ma ti avverto: non venire se non ti piace la guerra, se hai obiettivi piccoli e mediocri, non voglio rammolliti nelle mie aule.

Venditore Vincente Sales Wars

– La Guerra delle Vendite –

23/26 Novembre 2017
Lubiana

Io e Al saremo pronti ad addestrarti alle due battaglie che ogni imprenditore deve vincere: quella nella mente del cliente, e quella durante la negoziazione più spietata.

Come vedi lui ha già l’elmetto!

 

Per avere informazioni più dettagliate sulle modalità di iscrizione, compila subito il form e un nostro responsabile ti richiamerà per capire se davvero Venditore Vincente XI è il corso che fa per te.

  • * Campi Obbligatori

Rock ’n’ Roll!!

Frank