ATTENZIONE: il summit annuale di Venditore Vincente ha luogo una volta l’anno, ed è una delle poche occasioni in cui puoi vedere Frank Merenda dal vivo. L’edizione 2017 è terminata e NON è più possibile partecipare fino alla prossima. I più scaltri stanno già cominciando a richiedere informazioni e prenotare il loro posto al prossimo evento. Scopri come riservare il TUO posto oggi prima che non ce ne siano più in fondo a questa pagina.

 

Se sei un venditore, un imprenditore o un libero professionista e pensi di avere il tempo necessario per gestire più clienti e più soldi di quelli che riesci ad ottenere oggi, reggiti forte:

“Frank Merenda ti rivela i suoi più oscuri ed aggiornati segreti sulla Vendita Professionale per farti DEMOLIRE ogni obiettivo di fatturato e andare in over-budgetanche se i tuoi clienti sono “particolari”, il tuo settore è “differente” e sta la crisi a peggiorare la situazione!”

Essere la “scelta più economica” (oltre ad erodere i tuoi margini di guadagno) non era ciò che volevi quando hai inziato? Sei stanco di vedere il SUCCESSO degli altri e non provarlo mai sulla tua pelle?

Ti piacerebbe essere ricercato dai tuoi clienti con il RISPETTO che meriti – senza  dover elemosinare la loro attenzione per poi essere colpito in faccia dal più finto dei “Ci devo pensare”?

Allora mettiti comodo e leggi questa lettera: l’ho scritta apposta per TE.

Caro lettore,

mi chiamo Frank Merenda, e se stai leggendo queste mie parole, probabilmente il tuo lavoro come venditore o imprenditore non ti sta dando le soddisfazioni che cerchi, e minaccia di spegnere la tua passione come una candela che rimane senza ossigeno.

Fortunatamente, la tua passione e la tua voglia di non gettare la spugna ti hanno portato fino a questa pagina.

Perché ho detto “fortunatamente”?

Sarebbe presuntuoso da parte mia provare a dirtelo personalmente. Davvero, non posso dirtelo io. Sarebbe come chiedere all’oste se il vino è buono.

Tuttavia, se l’ho detto, puoi scommetterci che è la verità.

E per rassicurarti che sei sulla pagina giusta, leggi le impressioni di alcuni partecipanti all’edizione scorsa di Venditore Vincente Sales Wars del 2017:

Buongiorno a tutti, volevo condividere con voi la prima trattativa chiusa con il metodo.

Vi premetto è il primo VV, fino ad ora mi ero sciroppato e letto solo risorse gratuite e fatto i Tour.

Il questionario l’ho fatto ieri in aereo verso Roma, quindi potete immaginare quanto sia rudimentale.

Ho cercato di sviluppare tutti i vagoni, durata della trattativa 45 circa…prima volta che non mi ha chiesto sconto, sul budget, zitto e firma del contratto.

Lo ha firmato quasi triste (ahahah) per gli errori che fino ad ora ha fatto e per i soldi che ha buttato con la concorrenza.
Proprio come diceva Frank!

Mi ha ringraziato e nessuno lo aveva mai fatto dopo la firma di un contratto.

Ragazzi una roba impressionante.

GRAZIE FRANK!!!

Francesco Riccio

Nel periodo che ha preceduto il corso ne sono arrivate veramente a centinaia. Roba di due o tre mail al giorno: le uniche mail che non eliminavo dalla mia casella postale.

Ecco, proprio durante questo periodo, circa 3 settimane fa, una sera davanti al PC dopo aver passato la giornata al telefono a vendere, mi arriva l’ennesima mail di Frank.

Copy cazzutissimo, non so se scritto da lui o dai ragazzi del Copy Team, ma fatto sta che ci prende in pieno. Era già qualche giorno che rimuginavo sull’eventuale iscrizione.

Era già qualche giorno che stavo sanguinando perché ogni email bastonava più forte di quella prima, con verità che era difficile ignorare.

Ecco, proprio quella sera la goccia che fa traboccare il vaso, una mail di cui vi copio qui la parte che più mi ha colpito:

Prova a pensare ai complimenti, all’ammirazione e a quel pizzico di invidia e gelosia da parte dei tuoi colleghi e dei tuoi soci, nel vedere che i clienti ti amano e vogliano lavorare solo ed esclusivamente con te.

La fierezza trasparirebbe chiaramente dai tuoi occhi fiduciosi e pieni di autostima. E più difficili e stancanti erano le trattative prima, più sei orgoglioso dei risultati che riesci ad ottenere adesso.

Vendere adesso è così soddisfacente che ti diverte molto più di prima.

Il sistema che hai ottenuto ti rende incredibilmente più sereno, più sicuro di te, e la tensione e l’irrequietezza che ti accompagnavano ad ogni appuntamento si sono trasformate improvvisamente in tranquillità e fiducia.

Finalmente sei LIBERO dal terrore che i clienti che non ti considerino, non ti ascoltino e non ti capiscano.”

Sarebbe un sogno, mi dico, finendo di leggere la mail, e decido: “Domattina presto bonifico”.

E così faccio. Una sensazione di libertà assoluta. La consapevolezza che finalmente, grazie agli strumenti offerti da questo corso, non ci sarà più crisi grande abbastanza da preoccuparmi, non ci saranno più giornate storte ad influire sul fatturato mensile.

Arrivano i materiali pre-corso. Già quelli da soli valgono il prezzo pagato. Me li studio da cima a fondo tutti quanti, prendo appunti, li ristudio nuovamente. Raggiungo grazie a loro il mio record di fatturato mensile nella mia azienda: 106.000 euro, tutti chiusi per telefono. E novembre non è ancora finito.

Finalmente il giorno del Corso, location magnifica, allestita magistralmente. Parafrasando un po’ Frank:
“L’impegno che metti nel tuo Marketing dice ai tuoi clienti quanto ti importa di loro”.
E porca eva, mi sa che a sto Frank gli frega parecchio dei suoi di clienti. Staff vestito a tema, location allestita a tema nei minimi particolari, catering di alta qualità, gadget studiati nei minimi particolari, perfino le bottigliette d’acqua hanno l’etichetta personalizzata per l’evento.

Arrivando al contenuto:
Per farla breve, in quattro giorni, sommando il tutto ai materiali pre-corso (e se sei veramente bravo ai vari altri tour di Frank e ai materiali gratuiti), hai nel cervello una quantità tale di informazioni che vedi il Matrix del Marketing e delle Vendite. Vedi i numerini che scendono, sequenze di 0-1 che compongono tutto ciò che ha a che fare con queste due discipline.

Sono conoscenze che ti garantiscono un vantaggio competitivo enorme rispetto alla concorrenza, che di base fa fatica anche solo a rispondere ad una mail in periodo di ferie qui in Italia.

Gli interventi di Frank, dei suoi allievi di più grande successo, dei suoi collaboratori, di Al e Laura Ries, tutte nozioni ed esempi che ad un prezzo così, sono praticamente regalate.

Tra bonus ed appunti ci vorrà un’eternità a riorganizzare ed implementare il tutto. Tanto di quel materiale che metà basta.

Come utilizzerò queste informazioni?

Semplice: Per guadagnare ancora più di quanto guadagno adesso (e già adesso non saprei come spenderli tutti), per lanciare la mia impresa, per raggiungere l’obiettivo che mi sono prefissato qualche annetto fa, di diventare milionario entro i 30 anni. E ovviamente per poter bonificare di nuovo a Frank che mi sembra il minimo.

Non ci sono scuse che tengano, se ce l’ha fatta un ragazzo di 21 anni, potete farcela pure voi. Certo, ormai se ne riparla tra un’annetto, ma meglio tardi che mai, quello è poco ma sicuro. Oppure continuate a piangervi addosso ed incolpare i clienti che non capiscono, la crisi, e la concorrenza sleale.

Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Leo Agafon

Vorrei portare la mia esperienza a 3 giorni dal corso VVSW.

Sinceramente, seguo Frank da un po’ sui materiali gratuiti, poi copy-vendita, avevo già fatto MM2017 a Vienna, ma la parte del trenino per me era qualcosa di lontano che non sapevo bene cosa fosse.

Ebbene, vi racconto quanto è successo perché sinceramente a me non era mai capitato prima.

Ma adesso “cap’ta e ricap’terà”.

1.Una “nota” agenzia di marketing diretto mi fa la lead generation. Non ne avevo chiuso nemmeno UNO (che pippa al sugo che ero).
2. Faccio una prova qualche settimana fa e mando il paccone (ancora: non era nemmeno fatto troppo bene perché ho capito di aver fatto molti errori dopo che Frank ha spiegato la procedura esatta per farlo all’ultimo VV).
3. Magicamente il contatto si rianima e passiamo da “io che provo a chiamarlo e lui che non risponde” a “lui che cerca me e anche con insistenza” (grazie alla Copy Academy ho colpito sulle leve giuste nel copy della sales che gli ho inviato)
4. Oggi facciamo al telefono la trattativa (dopo il questionario) e cerco di fargli tutto il trenino.

Sicuramente ho sbagliato delle cose, ma sta di fatto che martedì ho l’appuntamento da lui, budget fissato, per firmare contratto.

PS: il contratto è da 40K, non proprio briciole.

Ora capisco meglio “non è la motivazione che ti fa chiudere più vendite, i miei studenti VV sono motivati PERCHÈ vendono di più”.

Grazie Frank.

Francesco Caruccio

Caro Frank,

complimenti per lo straordinario evento: contenuti, modalità di presentazione, profondità nell’affrontare le tematiche ed un’energia profusa da te e dal tuo team in grado di “tenere il palco” per tutto il tempo!

Davvero spettacolare: organizzazione superiore e contenuti ben più pratici dell’ultimo Wobi a cui ho partecipato nel 2015!

E poi Al Ries, un vero gigante da brividi, la testimonianza di Maurizio e ancora molto altro…!

Ed ora inizia lo studio e l’applicazione quotidiana in azienda! E come dico sempre ai miei, avanti: perché abbiamo il diritto ed il dovere di far esplodere le vendite! W Frank!

Leonardo Paganelli Farina

Oggi ho iniziato a spiegare gli ologrammi e a lavorare sul pain alle mie collaboratrici.

Il risultato è stato un +20% di media scontrino. Una delle ultime clienti della giornata (entrata per sbaglio nel mio negozio) mi ha detto dopo qualche minuto di consulenza: “Non c’è bisogno che tu mi dica altro, mi hai convinta.”


E siamo solo al primo giorno. La strada è lunga, ho tanto da studiare e da applicare e spero un giorno di poter passare al “livello successivo”. Ma è sconvolgente come anche un minimo di applicazione dei concetti imparati a VV dia questi risultati.

Ancora grazie!

Veronica Peragine

Finalmente a casa dopo il mio primo VV, sono davvero soddisfatto e sorpreso dalle nozioni apprese, ora spero solo di riuscire con il supporto di tutti ad applicarlo al mio settore che non è differente manco per un ca@@o a tutti gli altri.

Grazie in primis a Gloria che mi ha sopportato è supportato per farmi partecipare, grazie a Frank per le nozioni( è vero che strisci, ma vale la pena).

Grazie a Marco ed a Moreno per aver spiegato a noi comuni mortali alcuni segreti del loro lavoro. Insomma grazie a tutti.

Valerio Pisano

Di ritorno da Lubiana, dopo il mio primo VV e 4 giorni veramente intensi. Una grandissima quantità e qualità di formazione.

Aver visto e sentito Al Ries, un’energia che averne, una lama affilatissima che analizza e sentenzia (Cassazione). Laura e la sua illuminante focalizzazione su posizionamento e visual hammer.

Frank di cui, oltre alla consueta quantità oversize di materiali da applicare, mi ha impressionato la capacità di analisi immediata nel rispondere a domande su qualsiasi argomento da parte di corsisti veramente di “settori diversi” uno dall’altro.

Moreno e Marco con i preziosissimi contenuti tecnici.

Lo staff disponibile, sempre sorridente e gentile, e in particolare il mio tutor Mirco. Le storie emozionanti di successi imprenditoriali di persone che definire in gamba è davvero riduttivo. La conoscenza di corsisti con progetti, sogni e grande determinazione (in bocca al lupo Jack, Silvia, Laura).

Ora tocca a me, si riparte e si va a cominciare una nuova storia; daje!

Ettore Sacerdote

Dopo 4 giorni STRAORDINARI è arrivato il momento di studiare seriamente e mettere in pratica i preziosi insegnamenti ricevuti nei 4 giorni trascorsi a Lubiana !

Sono rimasto veramente colpito da tutti gli STUDENTI AVANZATI che sono saliti sul palco a raccontare la loro esperienza !

COMPLIMENTI: SIETE VERAMENTE GRANDI E SIETE LA DIMOSTRAZIONE PRATICA DI COME SIA POSSIBILE GRAZIE A QUESTO METODO REALIZZARE UN GRANDE PROGETTO PARTENDO IN MOLTI CASI ANCHE DA CONDIZIONI NON TROPPO “FAVOREVOLI” …

Al e Laura Ries hanno dato un contributo pazzesco al corso …

Un GRAZIE SPECIALE a Marco e Moreno che mi hanno fatto veramente capire che cosa significhi essere delle ECCELLENZE ASSOLUTE nel proprio campo !

E poi il più GRANDE GRAZIE al BOSS, Frank Merenda: non capisco da quale pianeta tu sia arrivato, ma certamente so che voglio fare parte delle storie di SUCCESSO di PLANET FRANK !

GRAZIE PER AVERE TRACCIATO QUESTA ROTTA !!!!!

PS: non è che questa cosa di “invadere lo spazio” sia un po’ sfuggita di mano?!?! :P

Sacha Gentili

 [Il TOP della formazione, come sempre del resto]

Fabio ed io siamo dovuti andare via prima per arrivare in tempo all’aeroporto e non abbiamo avuto modo di salutare tutti gli amici VV vecchi e nuovi.

In questi giorni abbiamo conosciuto tanti imprenditori in gamba dai quali abbiamo imparato molto. Abbiamo avuto il privilegio di calcare, ancora una volta, il palco VV e di portare la nostra piccola esperienza, frutto del nostro impegno ma soprattutto degli insegnamenti di un maestro di marketing, di vendita e di vita che non smetteremo mai di ringraziare per l’immensa qualità del suo lavoro.

Torniamo a Roma con tante informazioni nuove da processare, consapevoli che la strada tracciata da Frank è l’unica da percorrere e con la determinazione nel voler applicare immediatamente quanto appreso.

Vi abbracciamo tutti, uno per uno e vi salutiamo con affetto. Ci si vede su Planet Frank.

Riki e Fabio Biancolini

Dopo 4 giorni intensi e pieni di informazioni dal valore inestimabile mi perdonerà il Generale Frank se, invece di complimentarmi con lui, voglio sottolineare l’operato di ogni singolo componente dello Staff.

Siamo soliti dire Frank qua, Frank la …. ma. Ma, c’è Sempre un Cazzo di Ma

Ma in pochi si ricordano che, tutto questo, è stato possibile solo ed esclusivamente perché ogni componente dello Staff ha fatto il suo lavoro in maniera impeccabile.

Organizzare un evento come questo è veramente cosa che pochi possono fare.

Il Generale Catia ha saputo creare un’esperienza indimenticabile e ha potuto realizzarla grazie all’impegno di tutti i componenti dello Staff.

Ha comportato sicuramente molto impegno, molti sacrifici, molta pazienza e chissà quante altre cose che nemmeno immaginiamo.

Eppure ha funzionato tutto a meraviglia proprio grazie all’impegno di ogni singolo componente dello Staff.

Bravi tutti!

Ci rivediamo a Marketing Merenda 2018, certo che saprete stupirci con una Nuova Esperienza Indimenticabile.

Grazie ad ognuno di voi.

Oscar Jack

Non avevo alcun dubbio prima di partecipare a Venditore Vincente Sales Wars, tant’è che ho confermato subito la mia presenza già a Vienna.

E dopo l’esperienza di Vienna mi sono reso conto di aver toccato solo la punta dell’iceberg sia del marketing che della vendita professionale.

Con Venditore Vincente Frank raggiunge un livello di profondità e tridimensionalità mai visto prima, in particolare il sistema che collega brand e vendita e ologrammi.

Consiglierei questo corso agli imprenditori che cercano un metodo scientifico per far crescere le proprie vendite.

La mia azienda ha raddoppiato il fatturato dopo solo un anno grazie al metodo merenda. È una scuola per diventare imprenditori VERI.

Testate!

Francesco Colonna

 

Vorrai scusarmi: sono soltanto alcune delle opinioni di coloro che hanno frequentato l’ultima edizione di Venditore Vincente (puoi trovarne quante ne vuoi in lungo e il largo nel gruppo Facebook, sul blog e su YouTube).

Queste da sole dovrebbero bastare a farti capire che continuare a leggere è l’unica scelta giusta che puoi fare per la tua PROSPERITÀ e quella della tua azienda.

Tuttavia, anche se non ti conosco di persona, so bene che sei una persona molto attenta e meticolosa quando si parla di investire una cifra importante per la propria formazione professionale, e vuoi sapere nello specifico che cos’è Venditore Vincente.

Ecco perché qui sotto ho inserito alcune “domande frequenti” che altri venditori e imprenditori hanno fatto prima di partecipare al summit sulla vendita professionale Venditore Vincente:

<<Frank, il mio settore è differente e nella mia città è diverso … siamo sicuri che Venditore Vincente possa funzionare anche per me?>>

La maggior parte delle persone è convinta che il proprio settore, i propri clienti e la propria zona sia in qualche modo “particolare”, “diversa” dagli altri.

Da un punto di vista esclusivamente pratico e materiale, è vero. Se analizziamo l’atto della vendita come dei robot incapaci di interpretare la realtà a 360 gradi, vendere case è diverso da vendere macchinari industriali.

Dal punto di vista del “processo di vendita” – quindi NON limitarsi a pensare solo a “cosa vendo” e “con chi ho a che fare” – TUTTI i business sono uguali. Afferrando questo concetto, un imprenditore o un venditore è in grado di fare il salto professionale, staccandosi definitivamente dalla mediocrità nella quale era imprigionato.

Le 6 caratteristiche dei business che rendono
TUTTI i settori IDENTICI

  1. Si rivolgono ad un cliente, uno studente o un paziente. Qualunque business di questo mondo che vuole raccogliere dei soldi vendendo qualcosa a qualcuno, si rivolge ad un cliente, uno studente o un paziente;
  2. Vendono un prodotto, vendono un servizio o entrambi. Non esistono altre cose che si possono vendere. Certo che i “prodotti” sono diversi. Ovviamente i “servizi” sono diversi. Ma tu stai vendendo un prodotto o un servizio o un mix di queste due cose;
  3. Si recano dai clienti a casa o in azienda, o fanno in modo che i clienti vadano da loro. Questo funziona in TUTTI i business di questo mondo. O vai a casa del cliente se lavori B2C. Vai in azienda dal cliente se lavori B2B, oppure hai uno studio, un ufficio o un negozio e devi fare in modo che le persone vengano da te;
  4. Devono avere un metodo per attrarre nuovi clienti. Tutti i business di questo mondo devono avere un metodo per attrarre nuovi clienti. Purtroppo, ancora oggi, vengono utilizzati sistemi arcaici come porta a porta, telefonate a freddo o lista nomi amici/parenti/conoscenti. Tutte queste cose NON esisteranno più quando diventerai un venditore professionale. Non significa che non dovrai più usare il telefono o non dovrai più andare dalle persone, ma saranno attività “non a freddo” che verranno svolte quando determinate condizioni saranno soddisfatte;
  5. Devono avere un METODO per chiudere i clienti che vengono attratti.
  6. Devono avere un METODO per continuare a vendere altre cose e mantenere i vecchi clienti. Questo segnatelo se sei abituato alla vecchia con il “firma il contratto e scappa via”: devi fare in modo che i clienti continuino a comprare da te. Devi stimolare l’acquisto da parte dei tuoi clienti, perché sono i migliori e i più facili ai quali rivendere (ovviamente se li tratti bene).

Poi ovviamente il tuo prodotto o servizio perso a sé stante è diverso dagli altri, ma NON è diverso il processo di vendita.

<< Frank ho a che fare con clienti molto particolari … Venditore Vincente fa comunque al caso mio? >>

Avvocati. Spazzini. Notai. Elettricisti. Medici. Muratori. Commercialisti. Atleti. Politici. Calciatori. Manager. CEO di multinazionali. Il presidente degli Stati Uniti. Tua moglie o tuo marito. I tuoi figli (se ne hai). Io. Tu.

Tutte queste persone, per quanto possano sembrare distanti l’una dall’altra, hanno due cose in comune: il fatto di fare la cacca seduti su un water, e il SISTEMA DECISIONALE che governa le loro decisioni d’acquisto.

Purtroppo per noi, questo sistema decisionale che accomuna il 100% degli esseri umani e determina le loro scelte d’acquisto è difettoso. In altre parole, TUTTE le persone sono fortemente incapaci di decidere quando sono poste davanti a scelte complesse.

Quindi non è che esistono “clienti particolari”. Esistono clienti con la Lamborghini o con la Subaru, per carità. Ma il sistema decisionale e le leve emotive che portano le persone ad agire sono le stesse dall’alba dei tempi. Il nostro è un cervello emotivo, sul quale negli ultimi millenni si è formata una patina di “corteccia razionale”, ma il motore gira sempre a “istinti primordiali”.

Dato che il sistema decisionale delle persone è “rotto” …

(ed è facile capirlo, perché se fossimo capaci di decidere saremmo tutti ricchi, in perfetta salute, non prenderemmo mai una fregatura, avremmo partner perfetti, amici fedeli e relazioni sociali sempre estremamente soddisfacenti, mentre invece siamo spesso pieni di problemi, guadagniamo molto meno di quello che vorremmo e le nostre relazioni non sono così entusiasmanti come vorremmo, rendendoci spesso da soli vittime di mogli, mariti, compagni in genere che ci devastano la vita proprio perché non sappiamo scegliere)

… se sei convinto di operare nel miglior interesse del cliente e ciò che vendi può realmente migliorare la sua vita personale, lavorativa (o entrambe), allora devi imparare a MANIPOLARE questi istinti primordiali, per riparare il suo sistema decisionale e guidarlo verso la scelta giusta per lui.

Devi padroneggiare le tecniche che sovrascrivono l’incapacità decisionale dei tuoi clienti e prenderti la responsabilità di “decidere per lui”, portandolo a decidere per il meglio con forza e coraggio.

So bene che alla parola “manipolazione” i venditori drizzano le orecchie e tentano di scostarsi in tutti i modi da questa definizione.

È comprensibile che non vogliano avere niente a che fare con la “manipolazione” e fanno a gara ad emancipare la loro coscienza pulita e il loro animo nobile e puro come il sangue di unicorno. Dopotutto siamo cresciuti in un mondo dove la “manipolazione” è quella usata da persone malvagie per fare del male alle persone.

Ma queste tecniche sono maledettamente efficaci e straordinariamente nobili nelle mai di venditori come TE che operano solo per il bene dei propri clienti.

Pensa per un attimo ai ciarlatani dal punto di vista professionale. Sono persone spregevoli, lo so. Certamente sono dei truffatori. Andrebbero puniti con pene severe per impedirgli di fare del male.

Ma forse… solo forse… se queste persone che un prodotto da vendere NON ce l’hanno riescono a bypassare le difese dei clienti con potenti tecniche di persuasione, tanto da indurle a comprare letteralmente “Il Nulla in Scatola” …

… allora TU che sei una persona onesta, sinceramente appassionata del tuo lavoro e che un prodotto davvero utile ce l’hai, dovresti a tua volta possedere un arsenale di tecniche per contrastare quelle di questi ciarlatani.

Alla fine una tecnica e una strategia sono un semplice strumento. Il risultato che ne ottieni dipende dallo scopo con la quale la usi. I ciarlatani usano queste tecniche per operare il Male. E come fa il Male a prevalere nella società? Basta che i buoni cadano nell’inganno del “non fare nulla” e il male vince.

Se ti fai convincere che imporre la tua volontà sul sistema difettoso del cliente sia qualcosa di “sbagliato”, allora ti farai convincere che devi solo spiegare gentilmente i prodotti e il cliente deve decidere da solo sennò sei “Kattivo”, “manipolatore”, “falso”, “amorale” ecc…

E appena ti fai convincere di questo, lasci che i soldi dei tuoi clienti fluiscano nelle tasche dei ciarlatani che un prodotto non ce l’hanno ma sono molto più bravi di te a vendere.

Se vuoi fare il venditore, devi decidere da che parte stare. Devi fare un passo avanti, reclamare le tecniche, ma in questo caso potremmo parlare di veri e propri “Super Poteri” che insegno durante i summit di Venditore Vincente ed usarli per fare del bene.

La scelta è solo tua.

Se ti ho già convinto e vuoi avere maggiori informazioni sul prossimo Venditore Vincente, clicca sul pulsante qui sotto!

frecce

<<Caro Frank, a me in azienda hanno detto che abbiamo un prodotto che praticamente “si vende da solo”, e che “basta mostrarlo al cliente e lui lo vorrà”>>

Questa domanda arriva spesso e volentieri da venditori che sono costretti a fare da carne da cannone, parlare con 100 persone per fare 20 trattative e chiudere una vendita.

Mi viene da sorridere quanta fatica gli facciano fare per un prodotto che “si vende da solo”. Pensa se era difficile da vendere!

Il mio consiglio è stare alla larga da chi ti dice che “il prodotto si vende da solo”, perché nel 99,9999% dei casi, la verità è molto diversa.

Si tratta di un detto usato dagli imprenditori meno capaci per convincere le persone che assumono per vendere … che non devono vendere!

Lo so che è un controsenso, ma nella nostra società il “venditore” è visto come un “truffatore”. È inutile negarlo: il conflitto d’interessi alla base (ovvero se il cliente compra io ci guadagno) ci fa percepire come persone che pensano solo ai propri interessi.

E le persone non sono a proprio agio a sentirsi dei “venditori”. Quindi dicendogli “il prodotto si vende da solo” gli moralizzano l’andare da perfetti sconosciuti a presentargli la propria offerta, finché i poveretti, dopo un certo periodo di tempo (chi più, chi meno) vedono che devono comunque dare fastidio alle persone e farsi il culo per pochi spiccioli.

Interrompono così la loro carriera come venditori – ecco svelato perché la professione del venditore ha il tasso di turnover del personale più alto del mondo.

Andarci con i guanti di velluto NON è vendere. Limitarsi a presentare un prodotto o un servizio NON è vendere. E andare a rompere i coglioni (perché di questo parliamo) a degli estranei elemosinando qualche minuto del loro tempo e un po’ della loro attenzione, NON è vendere.

Il problema? Lavorando in questo modo NON sei mai padrone della trattativa. Sei percepito come “elemento di disturbo” più che come un esperto che vuole aiutare la persona a risolvere un problema o soddisfare un suo bisogno.

Come se non bastasse, la maggior parte delle persone con cui parli NON sono interessate per niente a ciò che stai dicendo. Dopo quelle 2 o 3 battute o complimenti che ti hanno detto di fare, ti concentri sulla presentazione del prodotto mentre il processo decisionale difettoso della persona che hai davanti s’incaglia e alla fine “Ci deve pensare” o “Ti farà sapere ma sicuramente se decide di fare qualcosa la farà con te” (e puntualmente non si fa mai più risentire).

Sia chiaro: non metto in dubbio che il prodotto o servizio che vendi sia valido (altrimenti non saresti qui a cercare un modo per venderlo e farlo conoscere a più persone possibile).

Ma il fatto che tu non riesca a vendere di continuo e le persone non facciano la fila per venirlo a comprare dovrebbe farti capire che “avere un prodotto o servizio eccellente” non basta più. È fondamentale averlo se vuoi prosperare nel medio lungo periodo e costruire il tuo impero, ma NON basta più per VENDERE.

Il fattore principale è il livello di concorrenza di oggi che è molto, molto più elevato rispetto a quello degli anni ’50, quando bastava tirare su la serranda e i clienti piovevano dal nulla perché la concorrenza era praticamente nulla.

Oggi non sei da solo, e argomenti come qualità, cortesia, servizio e professionalità non vanno più bene, perché è una roba che dicono e possono dire tutti, e quindi non ti differenzia e non ti fa percepire speciale ed unico (come magari sei).

È brutto da dire perché magari è quello che stai facendo e ti cadrà il mondo addosso, però

nel corso del tempo
andrà a SPARIRE un tipo di venditore: quello “brochure umana”,
che gira a spiegare prodotti e servizi.

Sarà sempre meno importante questo ruolo, perché le informazioni sono a portata di click.

Al contrario, sarà sempre più importante il venditore professionista che conosce la vendita professionale e nascerà una forte domanda (e relativo guadagno) per i venditori che si sapranno evolvere.

<<Frank, io ho a che fare con persone che guardano esclusivamente al prezzo. Come faccio? >>

Come ho detto durante l’ultimo Venditore Vincente, quando succede questa cosa significa che sei “dalla parte sbagliata del ca@@o”.

Nel senso che NON è un problema di prezzo.

Sin dai miei esordi, sia durante corsi di formazione che durante consulenze private il caso più difficile che mi capitava di incontrare é sempre stato quello del venditore o dell’imprenditore convinto di non riuscire a vendere e/o non riuscire a praticare un prezzo maggiore per un suo prodotto o servizio a causa della pressione esercitata dai concorrenti, dal fatto di trovarsi in un mercato piccolo e tutta una serie di scuse che si attaccano alle prime come la carta moschicida.

Il vero problema è che questo tipo di persone resiste come se fosse un oggetto inamovibile a qualunque tipo di argomentazione. Per queste persone è semplicemente impossibile vendere se c’è un concorrente che fa un prezzo più basso, fine.

Tu che sei qui, magari vuoi davvero risolvere questo problema, quindi ti metto davanti ad una prova definitiva, la “prova del nove” che faccio a tutti coloro che mi fanno il piagnetto sul fatto che si venda solo con il prezzo più basso:

“Perché i clienti dovrebbero comprare da te e farlo in questo momento
al posto di comprare dai tuoi concorrenti o addirittura non comprare affatto?”

A questa domanda, il venditore “Chiagni e Fotti” non ha nessuna risposta intelligente da darmi.

Questo dimostra che il problema non sia affatto il prezzo, quanto che manchi proprio la motivazione di base per la quale qualche cliente dovrebbe scegliere lui e la sua azienda come fornitori, consulenti ecc…

Il PREZZO è un problema di TARGET e OFFERTA

Come prima cosa il mio consiglio a chi è convinto di avere problemi di prezzo è sempre il medesimo e si divide nei due seguenti punti:

Primo, osserva attentamente a CHI stai tentando di vendere. Alcuni pozzi di petrolio contengono petrolio di scarsa qualità, ma richiedono lo stesso sforzo se non quasi sempre addirittura uno sforzo maggiore per estrarlo. Il gioco non vale la candela.

Se – come nella maggior parte delle aziende italiane – state cercando di vendere a “TUTTI”, posso affermare con assoluta certezza che il tuo lavoro sia un INFERNO.

In questi casi solitamente in azienda ti dicono di fare la cosiddetta “tentata vendita” a tutti, basta che respirino … e se vendi qualunque cosa e i tuoi “potenziali clienti” sono, in sintesi, una lista generica estratta dalle pagine bianche e divisa per CAP e vie se vendi ai privati o una lista generica di partite iva estratta dalle pagine gialle o similari, stai pur certo che “il prezzo” è l’ultimo dei problemi che hai come venditore.

Ecco perché devi analizzare e selezionare il tuo target. Fatto questo devi studiare la tua offerta composta dai tuoi prodotti o i tuoi servizi e guarda con molta attenzione cosa stai proponendo da scambiare con i soldi del cliente.

Fatto questo chiediti: “hai davvero un qualcosa che sia migliore, più adatto, più conveniente, più specifico, più preciso, più su misura da offrire ai tuoi clienti target?”.

Se la risposta è “No”, allora per l’ennesima volta il “prezzo” è un falso, falsissimo problema che usi come scusa per non affrontare la realtà e guardare in faccia i fatti brutali. I fatti brutali dicono che non vendi perché la tua azienda non ha nulla di reale valore da offrire al mercato.

I nostri padri chiamavano la definizione del ruolo stesso dell’azienda con la locuzione “ragione sociale”. La Ragione Sociale è in nuce il “perché” stai sul mercato. Rappresenta il “come pensi di poter servire (segnati bene questo vocabolo e comprendine il senso) la società”. Se la tua azienda, i tuoi prodotti e i tuoi servizi non servono la società meglio di quanto non facciano i tuoi concorrenti, allora non è un problema di prezzo.

Lo so che durante i corsi di formazione in azienda queste cose non te le dicono. Ma è la pura e semplice verità. Non hai “ragione sociale”, quindi la tua azienda non ha ragione di esistere.

Ora, il mio scopo non è certamente quello di farti venire la depressione quanto di portarti a riflettere. Di aziende senza “ragione sociale” purtroppo ce ne sono tantissime e sono quelle migliaia di aziende che ogni anni chiudono in tutto il mondo, crisi o non crisi, tasse o non tasse ecc… ecc…

Se sei un venditore e vendi per un’azienda senza “ragione sociale”, potrei cercare di imbambolarti, venderti qualche trucchetto ipnotico e convincerti che se ci crederai forte forte otterrai i tuoi obiettivi comunque. Potrei farlo, ma mentirei.

Ho tantissimi difetti più odiosi di questo che non mi rendono popolarissimo tra i benpensanti, ma di cazzate non ne dico né voglio cominciare a dirne ora per una tazza di zuppa.

Il mio consiglio spassionato è che se vendi per un’azienda di questo tipo, dovresti cominciare a guardarti intorno e trovare un’azienda che fornisca più valore ai clienti e che a parità di tuo sforzo ti consenta di vendere di più con meno difficoltà.

Lo so che è brutale e non sembra molto da approccio positivo o motivazionale ma io non faccio il motivatore. Io faccio il “brutalizzatore”.

NON è vero che le persone guardano solo al prezzo basso. È vero però che le persone vogliono CERTAMENTE il prezzo basso se ciò che offri è percepito come identico a ciò che offre la concorrenza.

Ma NESSUNO compra solo per il prezzo – a meno che non stiamo parlando di beni di prima necessità acquistati da persone con gravi problemi economici per il quale un euro in più o in meno si trasforma in una pagnotta di pane in più o in meno a fine mese. Pensaci su:

  • l’ultima volta che hai comprato un’auto hai comprato la meno cara che hai potuto trovare? Anche se hai comprato un usato, hai semplicemente sfogliato online “Quattroruote” e dal catalogo hai preso quella in fondo che costava meno?
  • quando hai comprato casa, hai comprato la più economica che hai trovato nel raggio chilometrico che ti interessava?
  • quando hai comprato o preso in affitto l’ufficio o il capannone per la tua azienda, hai preso il meno caro in assoluto?
  • quando hai comprato la cucina, hai comprato la meno cara in assoluto?
  • quando hai bisogno dell’intervento di un medico specialista, vai in giro finché non trovi il meno caro?
  • quando devi assumere un impiegato o una persona in qualunque ruolo, cerchi davvero solo quella che si fa pagare meno? Se lo fai sei un coglione e sì nel mondo ci sono altri coglioni come te, per carità.

NESSUNO compra SOLO in funzione del prezzo.

E dico “solo” perché alla fine della fiera il prezzo è uno dei punti cardine della decisione, non sto dicendo il contrario e non voglio che tu pensi che non influisca sulla decisione finale.

Ma non importa quale sia il prezzo che chiedi, se alto o basso, se riesci a giustificarlo in una maniera rilevante per i tuoi clienti in target. Ed è più facile farlo con prezzi alti.

Il prezzo alto nella testa delle persone si giustifica da solo – se parliamo di brand – come “maggiore qualità” (anche se poi nei dati non è vero, il branding è una battaglia di percezioni, non di prodotti). Un prezzo basso, al contrario,  spaventa il cliente, perché penserà che ci sia qualcosa sotto o sia “troppo bello per essere vero”.

Se tu vendi prodotti di bassa qualità a un target che per necessità deve spendere poco anche se vorrebbe qualcosa di meglio … o smetti di farlo … o impari a “rimpacchettare” l’esperienza e il servizio che c’è intorno al prodotto, uscendo dalla battaglia del prezzo al ribasso.

Se ti ho già convinto e vuoi avere maggiori informazioni sul prossimo Venditore Vincente, clicca sul pulsante qui sotto!

frecce

<<Frank, il corso Venditore Vincente è un corso motivazionale?”

Esistono molti corsi motivazionali in giro che vengono “scambiati” o “mascherati” da corsi di vendita. Perché succede questa cosa?

Molto semplice: le aziende non hanno un sistema di marketing e vendita professionale. Questo le porta a mandare i propri venditori come carne da cannone in giro a schiantarsi contro porte e telefonate a freddo.

I venditori dopo un po’ che lavorano in questo modo cominciano a chiedersi se veramente questo sia l’unico modo per far “funzionare” le cose. Iniziano ad accusare tutti quei vaff@€$*£o presi da estranei mentre loro poverini stanno facendo semplicemente quello che gli è stato detto di fare.

Quindi arriva un momento in cui hai le pile scariche, perché sei stanco morto di fare questa vita, sempre in giro a prendere schiaffi ed essere trattato come l’ultimo degli stronzi.

L’imprenditore scarso, che non sa che il vero problema è la mancanza di un METODO di vendita, pensa che sia colpa tua che non sei abbastanza motivato e che non ti dai abbastanza da fare.

La soluzione? Farti fare un bel corso di motivazione, ovvio!!!

Purtroppo l’effetto dura solo poche ore o giorni, e sei da punto a capo. Da qui l’esistenza delle riunioni del Lunedì mattina a inizio settimana per caricarti le pile nella speranza che tu non decida di andartene lasciandogli con un venditore in meno.

Ma prima o poi le persone si bruciano come le pile ricaricabili. Arriva un momento dove la ricarica non funziona più e smettono di funzionare.

Al contrario di chi ti motiva dicendoti che “Ci devi credere forte e vedrai che ci crederà anche il cliente e comprerà”, su Planet Frank giochiamo uno sport 100% speculare.

Loro ti motivano per vendere di più. Io ti svelo il METODO per chiudere più vendite e fare più soldi, per motivarti a farne sempre di più e sempre meglio. Non è la motivazione che ti fa chiudere più vendite. I miei studenti sono motivati perché vendono di più.

<<Sono nuovo e mi sarebbe piaciuto venire al corso, ma non ho trovato modo di organizzarmi. Se non è una domanda troppo intima ti chiedo: quanto costa partecipare a Venditore Vincente?>>

Oggi un biglietto per partecipare a Venditore Vincente parte intorno ai 3.700€. Esistono delle offerte speciali per gli ex-studenti e per i soci del Circolo degli Imprenditori.

Per il venditore o l’imprenditore che vuole godersi il massimo dell’esperienza “Venditore Vincente”, ci sono pure due possibili upgrade per portarsi a casa dei bonus straordinari.

Si tratta di un vero e proprio investimento. Non è un corso di qualche ora a poche decine o centinaia di euro che serve per venderti il “vero corso” alla fine senza darti niente di concreto e immediatamente applicabile in azienda per farti ottenere risultati fin dal giorno dopo.

Se hai letto le testimonianze in cima a questa lettera hai visto che ci sono persone che hanno recuperato l’investimento in 24 ore grazie a ciò che hanno imparato durante il corso – e una volta ripresi i soldi del corso, il ROI dell’investimento fatto è a più infinito.

Perché costa così tanto?

Perché ti cambia la vita. È un seminario sulla vendita professionale completamente DIVERSO da ogni cosa che hai visto prima d’ora. Contiene un vero e proprio METODO di vendita ricercato, modellato e testato da me nelle mie aziende e in quelle dei miei studenti avanzati.

Ogni anno mi prendo 4 giorni per distillare le tecniche e le strategie di vendita più importanti ed efficaci e condividerle con i venditori che decidono di darmi la loro fiducia – con i risultati che hai potuto leggere all’inizio.

Eh già, ho bisogno di 4 giorni interi per consegnarti TUTTE le migliori tecniche di vendita elaborate in un anno intero. È un sistema che si aggiorna costantemente, ed ogni corso è diverso da quello prima.

Dietro c’è un lavoro colossale in termini di investimenti, test sul campo e tempo investito da parte mia … e TU puoi prenderti il risultato di tutto questo per una frazione di quello che è costato a me.

Ma solo se vuoi veramente crescere professionalmente e sei disposto a mettere dei soldi sul piatto e scommettere su loro stessi – poi a darti gli strumenti per vincere la scommessa e non doverti sentir dire “Te l’avevo detto di non andare” ci penso io durante il corso ;)

 

<<So che esiste un corso che si chiama Marketing Merenda. Quali sono le differenze? Da quale dovrei cominciare?>>

I due corsi si riferiscono:

Marketing Merenda (come acquisire clienti).

Venditore Vincente (come chiudere contratti attraverso le trattative di vendita).

Nell’ordine:

  1. non c’è un corso dal quale “partire”. Devi partire – potendo – dal primo che ti trovi sulla strada e poi fare anche l’altro. E poi rifarli tutti gli anni perchè sono sempre nuovi al 100% e portiamo le novità che abbiamo applicato durante tutto l’anno per far schizzare i risultati in entrambi i corsi;
  2. solo nel caso tu sia “solo” un agente di commercio e non abbia ambizioni diverse – unito al fatto che l’azienda CASTRI sistematicamente né sostenga alcuna tua iniziativa di marketing – allora potresti limitarti al solo “Venditore Vincente”. In qualunque altro caso devi farli entrambi;
  3. se non hai denaro e la domanda “Da quale dovrei cominciare?” è una finta domanda con cui nascondi la domanda vera, che invece è “Ho pochi soldi, se dovessi sceglierne uno, quale dovrei fare?”, la risposta è NESSUNO dei due.La tua situazione professionale è disastrosa o difficoltosa al di là del marketing e della vendita e la prima cosa che dovresti fare è:- gestire meglio le tue finanze tagliando mensilmente le spese superflue (non buttare soldi in minchiate, risparmia, spendi meno quando puoi, riduci i vizi inutili ecc…)- lavora di più. Sembra una cosa strana in questo mondo da “4 ore alla settimana” e dove se lavori sei stronzo, ma anche se hai un lavoro o svolgi una professione, nulla ti vieta di svolgere (come ho fatto anche io) un secondo lavoro come cameriere, assistente in cucina, barman e in generale qualunque cosa tu possa e sappia fare decentemente.- usa i soldi risparmiati e quelli guadagnati in più per risanare eventuali debiti che hai. Non farne altri.Quando avrai ridotto le uscite, aumentato le entrate, ti sarai sistemato con i flussi e i debiti e avrai cominciato a trarre beneficio dalle tonnellate di materiale gratuito che trovi su Planet Frank, allora avrai raggiunto un equilibrio corretto per affrontare i corsi.

<<Frank, perché dovresti condividere queste tecniche con me?>>

Perché ci faccio un bel po’ di soldi – che, se hai visto video o foto di Venditore Vincente Sales Wars, sai bene dove vanno a finire :D

Il motivo vero – oltre a re-investire tutto per darti un’esperienza che NESSUN’ALTRO è in grado di darti (e c’è scritto anche questo nelle testimonianze se le hai lette) – è che sono STANCO degli individui che continuano ad avere una concezione errata della vendita e rovinare la categoria dei venditori mandandoli a suonare ai campanelli e fare telefonate a freddo.

La vendita è un SISTEMA. Un processo. E durante Venditore Vincente ti svelo come diventare il venditore di SUCCESSO che hai sempre desiderato essere e che meriti di diventare per il tuo duro lavoro.

Purtroppo ci sono persone cieche e spaventate che hanno paura di cambiare, non sanno da dove cominciare e continuano a perseverare nei propri errori. E questa è una cosa che mi fa inca@@re di brutto, perché oltre a rovinare loro stessi, rovinano anche persone che magari avrebbero potuto sfondare nella vendita.

Allo stesso tempo, l’esistenza di questi individui mi eccita e mi fa sentire più vivo che mai, alimentando il fuoco che brucia dentro e mi spinge a completare la mia missione – ovvero distruggere questo tipo di individui e questa concezione errata della vendita.

Sono deluso dai dinosauri della vendita che non si adattano agli evidenti cambiamenti del mercato e abbattono ogni iniziativa intelligente che sembra minacciare la loro posizione.

È una sensazione di delusione che non mi è affatto nuova e forse è la stessa che stai provando TU in questo preciso momento. La sentivo già molto tempo fa, quando ero un venditore COME TE ed ero esausto del fatto che il mio lavoro andasse sempre peggio e non sapevo davvero più che pesci pigliare.

Ecco perché ho deciso di fare qualcosa di IMPORTANTE per RIVOLUZIONARE il mondo della vendita in Italia.

Un tempo ero esattamente come TE, e il senso di rivalsa verso una professione che mi stava oramai “troppo stretta” unita alla voglia di eccellere in ogni aspetto della vita, erano tutto ciò che mi spingeva ad andare avanti.

Mi sono fatto un cu@@o enorme e ho preso tanti cazzotti in faccia. Ma alla fine ho trovato il modo per rendere questa professione degna di essere chiamata tale.

E non voglio che tu commetta i miei stessi errori.

Anzi, voglio che tu capisca il prima possibile cosa si prova a non essere più un perdente e a assaporare la gioia e l’orgoglio di un VENDITORE VINCENTE.

Per questo ho creato Venditore Vincente, per darti ciò che avrei voluto avere io quando ho cominciato questa professione.

Data la nobiltà della mia missione pensi che potrei dartelo GRATIS? Probabilmente. Ma prova ad immaginare un tavolo da poker dove i giocatori non mettono del denaro sul piatto. Immediatamente si riempirebbe di gente che “va al tavolo tanto per provare”.

Io non voglio gente che viene per provare. Io voglio gente che viene per VINCERE e prendersi tutto il possibile.

E a dirla tutta, se pensi a quanti soldi hanno fatto i miei studenti grazie alle informazioni – e quanti potrai farne anche TU se seguirai il mio metodo – il corso è praticamente già gratuito.

Se poi credi che la tua libertà come venditore, l’essere percepito come autorità sul tuo mercato e la mappa che ti indica come vendere di più scavalcando la concorrenza nonostante la crisi valgano meno di circa 3.700 €, hai un problema di autostima che io non posso risolvere.

Farai ciò che ti dirò?

Allora potrai ottenere gli stessi risultati dei miei studenti. Ma li otterrai solo una volta che farai parte di questo club elitario di persone con la testa sulle spalle.

Gente che si rifiuta di vivere come vittima del proprio tempo vuole diventare l’artefice del proprio destino, prendendosi quello che gli spetta. Niente di più, niente di meno.

Dall’altra parte le persone continuano a fare “come hanno sempre fatto”, soffocati dalla PAURA di intraprendere una nuova avventura e di fare la scelta sbagliata (nonostante le numerose prove che dicono il contrario).

Si lamentano della crisi, rimangono esclusi dalla categoria degli “Imprenditori di Successo” e cercano un capro espiatorio a cui addossare i propri insuccessi.

Tempo fa ho scritto un post su Facebook che ti riporto:

Se mi chiedessero di cosa vado orgoglioso sarebbe facile rispondere della mia squadra, dei miei studenti, dei nostri risultati ecc… e sarebbe tutto vero.Ma ci sono 2 cose delle quali sono mostruosamente orgoglioso:

1. Aver fatto venire a migliaia di persone la voglia e il PIACERE di studiare, anche se la scuola tradizionale gliel’aveva fatta passare.

2. Aver reso l’Italia un faro di innovazione per vendite e marketing. Sappiate che siamo ancora “giovani” e quindi non siamo in tantissimi ma esclusi gli USA per quanto riguarda vendita, marketing e copy oggi non siamo secondi a nessuno. Nessuno. Siamo all’avanguardia nel mondo.

Non male considerando che 4 anni fa ho preso in mano una situazione che partiva da:

  • Tutto è PNL.                     
  • Conta la qualità del prodotto e i prezzi bassi.
  • Venditori si nasce.
  • La pubblicità non serve e i volantini li fa mia nipote gratis.

Se pensi a come migliorare il mondo, migliaia e migliaia di persone invece che fare due soldini e spenderteli, alla fine i miracoli accadono.

Rock ‘n Roll.

Frank

 

Venditore Vincente è un faro, un’istituzione che contribuisce di anno in anno, in maniera massiccia, a modificare radicalmente il tessuto imprenditoriale italiano.

E la cosa più bella è che ogni edizione del corso è SUPERIORE rispetto alla precedente. Ogni volta ci sono informazioni nuove, ospiti nuovi, tecniche sempre più avanzate, testate da me e dai miei studenti e aggiornate, per portare in aula esclusivamente le tecniche che si sono rivelate tremendamente efficaci.

Numeri alla mano, MIGLIAIA di persone che hanno partecipato a Venditore Vincente e hanno cambiato il destino delle loro attività grazie alle competenze acquisite insieme a me. E tu puoi fare altrettanto.

<<Ok Frank prima avevi il mio interesse … ora hai la mia ATTENZIONE! Voglio avere più informazioni e partecipare a Venditore Vincente!”>>

Per ora NON è possibile accedere al prossimo Venditore Vincente.

Esiste un’edizione l’anno di Venditore Vincente, e le iscrizioni per il momento sono CHIUSE.

È uno dei pochi eventi dal vivo con me aperti al pubblico (dato che non farò più tour), e i posti vengono prima ripartiti tra i miei ex-studenti, i soci del Circolo degli Imprenditori e gli abbonati al Merenda Monthly.

Successivamente apriamo le iscrizioni anche ai nuovi che si vogliono avvicinare al mondo di Venditore Vincente – quindi potranno accedere solo dopo che gran parte dei posti sono già stati presi.

Se però sei veramente interessato ed intenzionato a saperne di più, a demolire ogni tuo attuale obiettivo di fatturato e vendere come un demonio anche se i tuoi clienti sono particolari, il tuo settore è differente e “sta la crisi” …

… qui sotto hai la possibilità di ricevere prima di chiunque altro tutti gli aggiornamenti che riguardano il corso Venditore Vincente (e, più in generale, Planet Frank) – in particolare, quando sarà possibile iscriversi al corso.

Per essere in cima alla lista e ricevere l’offerta lancio del corso inserisci il tuo nome, cognome, telefono ed indirizzo email nella form che trovi qui sotto. È questo il momento giusto per farlo.

E ti prometto che non te ne pentirai mai.

 

  • * Campi Obbligatori

 

A presto e Rock’n’Roll!!!

Frank