Come ottenere Super Risultati nella Vendita anche se non hai Superpoteri

Batman-vs-Superman-Wallpaper-Background-HD-download-free-1080Sovrastati da fiumi di pensiero positivo, del “tu sei speciale” (la peggiore balla che una mamma possa raccontare a un figlio anche se a fin di bene) con tutta la malsana voglia di sentirsi “unico” che questa fanfara si porta dietro, spesso perdiamo di vista alcune piccole verità della vita.
 
Il nostro DNA è al 99,999% identico a quello di qualunque altra persona sul pianeta. Così la nostra anatomia e così sono anche le nostre aziende e i nostri prodotti.
 
Sono anche abbastanza sconcertato dalla religione del “miglioramento continuo” quando questo sfocia nell’idiozia. Kaizen, CoCoMi, SuCaMink e come diavolo la gente ama chiamarlo.
 
Per anni sono stato sommerso di persone che cercavano di spiegarmi quanto avrei dovuto migliorare il mio “public speaking” sul palco, come usare i movimenti oculari per comunicare meglio, la struttura del linguaggio del corpo, imbambolare le persone con “linguaggio abilmente vago” e imparare i pattern ipnotici delle parole per comunicare con più efficacia.
 
Gente veramente FANATICA di queste cose ai limiti del fanatismo religioso (veramente fastidioso a volte, devo ammetterlo).

La realtà è che senza un solo giorno di allenamento in queste discipline, in pochissimo tempo ho iniziato a guadagnare più di tutte queste persone messe insieme (molto di più a dire il vero) facendo ciò che loro reputavano come la “loro” specialità: parlare alla gente con efficacia.

Come ho fatto? Facile.

Ho messo tutte queste competenze in una scatola chiamata “Buono è buono abbastanza” in modo che funzionassero almeno ad un livello decente.
 
Poi, invece di concentrarmi sul “migliorare” tutte queste cose, mi sono concentrato sullo 0,001% sul quale ho reale influenza: Essere Differente.
 
Non sono un genio né un “talento”. Solo che a differenza di strategie perdenti mi sono fatto il culo anni per espandere il mio 0,001% di “differenza” rispetto a tutti gli altri.

Il talento e “l’essere portati” sono una scusa. Certo non avrei mai potuto essere Michael Jordan e sfondare nel basket. Sono un nano per quello sport. Fine.

Ma non c’è nessuna menomazione genetica che mi avrebbe potuto realmente impedire di essere un fuoriclasse in quello che faccio.

E se sei un professionista, un venditore o un imprenditore la buona notizia é che nemmeno tu soffri di qualche male incurabile che ti impedisce di “brillare”. Prima te lo metti in testa, prima facciamo.

Come fa Batman ad essere più temuto di Superman senza avere superpoteri

Pensa per un secondo a Batman. Batman non ha superpoteri. E’ un uomo normale. Non può schivare i proiettili, non è invulnerabile, non vola, non corre a supervelocità, non ha la vista calorifica di Superman nè la sua superforza.

Pur essendo un personaggio dei fumetti, esprime una verità: come fai ad essere temuto in tutto l’universo conosciuto più di Superman se sei un uomo “normale?” (per chi non lo sapesse Batman è temuto più di Superman da esseri divini e semi divini nell’universo editoriale DC Comics).

Non certo perché sei più forte, più veloce, più resistente o più invulnerabile di un semi-dio come il tuo amico Clark Kent.

Certo devi allenarti per avere un minimo di chance di poter stare in battaglia contro esseri più forti di te ma non è quello il punto.

Il punto è il focus. Batman non ha passato la vita a cercare una sorta di siero del super soldato che lo rendesse da normale a meta-umano come Capitan America ad esempio, in una sorta di “miglioramento continuo” delle proprie abilità fisiche.

Batman ha passato la vita a diventare il più grande detective del mondo. E’ risaputo che se dai sufficiente tempo a Batman per architettare un piano contro di te, grazie alle sue conoscenze e alla sua logica deduttiva, che tu sia un uomo o un dio per te non esiste scampo. Nessuna possibilità di vittoria. Zero.

Batman ha passato la vita a migliorare quel 0,001% che lo avrebbe potuto rendere migliore di tutti. E così ha fatto.

La storia dimostra come si possa produrre un enorme sforzo nel “miglioramento continuo” e ottenere solo un piccolo incremento nei risultati reali.

Detto in altre parole:
 
CoCoMi 1000 (è il termine che usa Tony Robbins credo) = Risultati 10
 
1000 di sforzo contro 10 di risultato reale, non mi appassiona.
 
A me piace il contrario. E se non il contrario del tutto almeno uno scambio alla pari:
 
1000 di differenziazione = 1000 di risultato reale.

Adesso sì.

L’importanza di essere verde anche se non sei forte come Hulk

hulkAnni fa scrissi un articolo che parlava dell’importanza di vendere gelato al pistacchio e non vaniglia e altri gusti “standard” che hanno tutti. Il pistacchio stesso è solo una metafora per un gusto strano abbastanza ma comunque con un suo pubblico, per evitare l’effetto del gelato al gusto di Pappagenziano che non cerca nessuno.
 
Puoi vendere vaniglia solo se sei il Numero 1 della Vaniglia e quello che ha maggior budget pubblicitario. Altrimenti i tuoi sforzi per proporre il tuo gelato andranno persi là fuori nel mare magnum della comunicazione.
 
Se diventi “Pistacchio” ci sarà sicuramente qualcuno che passerà davanti alla tua gelateria e dirà “che schifo”, mentre pian piano acquisirai il MONOPOLIO di una enorme folla di appassionati di pistacchio.
 
E’ quello che faccio io e che insegno a fare alle persone.
 
Continuare a latrare “Anche io so farlo e lo faccio anche meglio!” è la strada di chi non comprende minimamente il business.
 
E’ gente ossessionata come i ragazzini di 14 anni da “chi ha il cazzo più lungo”
 
(Ho detto “cazzo” sì, hai letto bene. Se sei uomo dovresti averlo anche tu in mezzo alle gambe e se sei donna mi auguro che tu ne abbia preso a sufficienza nella vita. Se sei donna e il mio scrivere ti offende probabilmente dobbiamo rivedere al rialzo il concetto di “a sufficienza” per te.)
 
Ma questa ossessione non porta a nulla di buono nel business. Porta solo al fallimento e al grigiore personale e lavorativo.
 
Se sei un imprenditore e/o un venditore, devi seguire una dieta ferrea di “Buono é buono abbastanza” (ho detto buono però, non “Cagarissimo è buono abbastanza” come nella media del servizio offerto dai fornitori ed esercenti italiani eh?) e concentrarti sul 0,001% di ciò che fai che è realmente diverso rispetto alla concorrenza.
 
Scegliere il tuo target, RINUNCIARE consapevolmente a una fetta di clientela generalista e lavorare per il monopolio della clientela che è il “perfect match” – l’incontro perfetto- per la tua offerta (è come i miei studenti della DFM -gli inventori della zanzariera plissettata- hanno triplicato gli utili nell’ultimo anno ad esempio)
DFM
Quando insegno a vendere ad esempio mi focalizzo per giorni solo su questa cosa: come sovrascrivere il sistema decisionale del cliente affinché compri il mio 0,001% di differenziazione.
 
Prendo lo 0,001% degli imprenditori e dei venditori e li porto a espandere quella percentuale così tanto da rendere la propria offerta irresistibile.
 
Tutti sanno magnificare
  • caratteristiche,
  • qualità,
  • servizio,
  • cortesia,
  • benefici,
  • vantaggi

dei propri prodotti.

Ci puoi lavorare una vita a forza di perfezionare le tue presentazioni su queste cose col “Miglioramento Continuo”.

Puoi lavorare una vita anche sui movimenti oculari, i predicati paraverbali (esistono? e che ne so io…), i movimenti del corpo, le microespressioni del volto ecc…ecc… e comunque vedere i tuoi fatturati CROLLARE a valanga o comunque stagnare e affondare centimetro dopo centimetro come un ricercatore incauto finito nelle sabbie mobili.
 
Oppure puoi ottenere risultati straordinari focalizzandoti nell’espandere ciò che ti rende davvero una sorta di angelo luminoso in mezzo ad un esercito di zombie puzzolenti e tutti uguali.
 
Se vuoi imparare anche tu come fare, clicca QUI ora.
 
Rock ‘n Roll.

Scrivi qui i tuoi commenti

11 comment

  1. Francesco
    • Frank Merenda
  2. Maurizio palermo
    • Frank Merenda
      • walter
    • Frank Merenda
  3. Pasquale
    • Frank Merenda
  4. davide